Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Siringhe e metadone di fronte alla scuola

La brutta sorpresa alla media Vanghetti. E accanto alla recinzione vengono abbandonati rifiuti  

EMPOLI. Siringhe abbandonate per terra, ai bordi del marciapiede. Un marciapiede dal quale ogni giorni passano centinaia di ragazzini con lo zaino in spalla. Flaconi di metadone abbandonati a due passi dall’ingresso della scuola. Ormai un’amara consuetudine per chi frequenta le medie Vanghetti. Dopo la sporcizia e il degrado adesso in via Liguria bisogna pure fare i conti con i resti delle scorribande notturne della zona.

Una zona tranquilla quella che ospita il polo scolastico di Pontorme (a qualche centinaia di metri ci sono le scuole elementari), ma che da qualche tempo deve fare i conti con brutte frequentazioni. L’amara sorpresa proprio nelle scorse ore quando alcuni genitori si sono accorti che ai margini del marciapiede, che si trova di fronte alla struttura c’era una siringa. Dall’altra parte della strada invece, proprio a due passi dall’ingresso alcuni flaconi di metadone abbandonati a terra e ridotti in pezzi. Non certo una bella sorpresa insomma per le famiglie dei tanti ragazzini che ogni giorno utilizzano quella strada per andare a scuola. Stesso discorso per i residenti, che ogni giorno passano di là, per spostarsi o magari per portare il cane fuori a fare una passeggiata. Purtroppo non è la prima volta che chi frequenta quell’area si trova di fronte a situazioni simili. Soprattutto il tratto finale di via Liguria che è senza sfondo e che affaccia su alcuni campi che confinano a loro volta con il parco di Serravalle, è diventato terra di nessuno. Di notte c’è un grandissimo via vai di macchine e la zona è frequentata da tossicodipendenti. Alcuni si appartano nel giardino di una delle sedi Telecom, visto che il cancello d’ingresso è sempre aperto.

E proprio a due passi dalla recinzione della Vanghetti c’è anche una vera e propria mini discarica con rifiuti di ogni tipo. Sacchetti nascosti da chi evade la raccolta differenziata, materiale edile scaricato abusivamente e rifiuti ingombranti gettati in mezzo al verde. Si vai dai mobili, fino ai materassi. E c’è addirittura un motorino abbandonato da diverse settimane. E tanto per non farsi mancare niente non è raro che si verifichino furti, uno dei quali ha avuto come vittima qualche tempo fa, il consigliere comunale Andrea Poggianti.