Quotidiani locali

Vai alla pagina su Toscana economia
Castelfalfi, resort a 5 stelle assume: in 300 in fila per 20 posti di lavoro - Video

Castelfalfi, resort a 5 stelle assume: in 300 in fila per 20 posti di lavoro - Video

Studenti, laureati, disoccupati: in coda fin dal mattino per i colloqui nel resort di Castelfalfi, che ha annunciato 20 assunzioni tra operai, personale di sala, barman, camerieri e addetti al campo da golf

MONTAIONE. Erano 300, un esercito. Non gli spartani di Leonida resi immortali dalla storia e da un film. Ma persone – di tutte le età – che mercoledì 10 hanno affollato l’hotel del Resort Castelfalfi, a Montaione, in cerca di un lavoro, in occasione del programmato open day.

VIDEO 1. I candidati: "Ecco perché siamo qui in fila"

Resort a Castelfalfi assume. I candidati: "Ecco perché siamo qui in fila" In coda fin dal mattino per i colloqui nel resort che ha annunciato 20 assunzioni tra operai, personale di sala, barman e camerieri e addetti al campo di golf (di Marco Sabia, video Agenzia Sestini)

Giovani e meno giovani, diplomati, laureati o disoccupati, si sono messi prima in fila e poi a sedere al tavolo, insieme ai manager della struttura, gestita dal gruppo Tui Group. Obiettivo principale entrare fra quei 20 che verranno assunti dall’azienda: personale di sala per i ristoranti, camerieri e barman. Ma anche caddy master (addetti alla custodia di sacche e cart) per i campi da golf e lavoratori agricoli da impiegare nelle diverse aree a verde della proprietà.

«Che lavoro cerco? Intanto cerco un lavoro», spiega l’ingegnere informatico Renzo Pandimiglio, 46 anni da Montecarlo (Lucca). Perché sulle colline di Montaione sono arrivati candidati da tutta la Toscana: Pistoia, Gambassi, Signa, Peccioli, Certaldo ed Empoli. «Sono qui per il lavoro, anche se a 46 anni – scherza Pandimiglio – si è troppo giovani per essere vecchi e troppo vecchi per essere giovani. Ho avuto buone sensazioni e sono fiducioso. Essendo ingegnere informatico ho esperienza nella manutenzione e nella sicurezza informatica. Però è chiaro che non si disdegna nulla. È difficile ritrovare lavoro, ma credo ci sia ancora spazio».

Se Pandimiglio ha 46 anni, in fila per i colloqui c’erano tantissimi giovani, molti neodiplomati, alla ricerca del primo impiego stabile: «Mi sono diplomato all’istituto tecnico agrario di Siena – racconta il 19enne gambassino Niccolò Bigazzi – e quando ho visto l’annuncio mi sono candidato per i posti da lavoratore agricolo. Sarebbe il mio primo vero lavoro: spero che il diploma valga e che mi permetta di valorizzare me stesso». Accanto a lui c’è Paolo Continanza, gambassino di 20 anni che ha l’obiettivo di fare il receptionist: «Per noi giovani è difficile entrare nel mondo del lavoro: ci sono quelli che hanno voglia di studiare e quelli che non ce l’hanno. E anche per chi si è laureato spesso trovare un impiego è complicato come per chi non ha la laurea». Quando incontriamo Bigazzi e Continanza è quasi il loro turno e si percepisce la tensione degli istanti prima del “colloquio – verità”.

VIDEO 2. I dirigenti: "Opportunità anche per non giovanissimi"

Resort Castelfalfi assume, i dirigenti: "Vogliamo dare oppurtunità anche ai non giovanissimi" Gerardo Solaro del Borgo (amministratore delegato di Castelfalfi) e Isodoro Di Franco (general manager del resort) ci spiegano le prospettive occupazionali del resort (interviste di Marco Sabia, video Agenzia Sestini) - L'ARTICOLO


La fila dentro all’albergo scorre abbastanza velocemente e ci sono anche degli stuzzichini per ingannare l’attesa. I tavoli per i colloqui sono stati sistemati quasi sulla stessa linea e il dialogo va avanti parallelamente su più fronti. Ma c’è anche chi il colloquio l’ha già fatto ed è uscito fuori a prendere una boccata d’aria.

Azzurra Guerrieri ha 19 anni ed è di Ghizzano (Peccioli). Il suo lavoro di riferimento è di nicchia: «Sono qui per curare le degustazioni di vini in inglese con i turisti. Sono fiduciosa nella mia preparazione: intanto faccio l’università e studio, per ora non è stato facile trovare dei lavori, in questa zona». Saper spiegare ai turisti – che a Castelfalfi sono una certezza – i pregi e i difetti di un vino è sicuramente un valore aggiunto. Anche qui si tratta di una persona che vorrebbe entrare nel mondo del lavoro, portando avanti però il percorso di studi.

Ma c’è anche qui è più avanti con l’età, si è già laureato e ha intenzione di “sistemarsi”. Andrea Fedi ha 31 anni ed è di Pistoia: «Ho visto che ci sono terreni adibiti a oliveto e vigneto, così mi sono candidato, per entrare nel settore agricolo. Ho dalla mia una laurea in agraria ed esperienze in altre aziende toscane. Attualmente sono in cerca di lavoro e quindi ho approfittato di questa giornata per venire a farmi conoscere. Non è facile trovare un impiego, è un problema comune a molti». L’open day con i colloqui in serie è andato avanti dalle 10 alle 16: al mattino c’era già la gente fuori in attesa. Qualcuno è venuto anche accompagnato: dal fidanzato, dalla mamma o dal figlio. La giornata si è conclusa bene, nel senso che alcune posizioni lavorative sono già state individuate e quindi a breve qualcuno potrà iniziare a lavorare nella tenuta di 1200 ettari.

Il borgo di Castelfalfi
Il borgo di Castelfalfi

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro