Quotidiani locali

Il profugo con il sogno di incontrare l'amico che gioca in serie A

In Ghana Mahama Aljaji e Godfred Donsah sono stati compagni di squadra, adesso il primo vuole incontrare e abbracciare il centrocampista del Bologna

CERTALDO. Stessa età, non il ruolo, e un grande talento con il pallone in mezzo ai piedi. Un’amicizia nata in Africa con il talento del Bologna, Godfred Donsah. È la storia che arriva da Certaldo e vede protagonista il centrocampista offensivo, con il vizio del gol,Mahama Alhaji, capace con una tripletta di sconfiggere il Marcignana, assieme al sigillo finale di Shuli,  Il ghanese classe 1998 è a quota 8 gol in campionato e le sue reti, assieme al grande impegno del collettivo, stanno tenendo in contatto con le zone nobili della classifica i canarini della Valdelsa, guidati da Alessandro Cavallini.

Alhaji, per i compagni di squadra semplicemente Hagi, è arrivato in Italia nel 2016, al porto di Brindisi, su un barcone di fortuna. Uno dei tanti che hanno scelto lo Stivale per sfuggire ai tempi grigi e bui che stanno interessando l'Africa. Un filo invisibile che lega Hagi a Donsah si annota anche in questo, con il centrocampista rossoblù arrivato in Italia per merito del padre che arrivò con un barcone fino a Lampedusa. Cercò lavoro per la famiglia, con ben 4 figli alle spalle; Donsah in Italia giunse a 15 anni con un barcone ma senza il permesso di soggiorno dovette tornare in patria e solo successivamente in pianta stabile. Hagi invece, dopo il suo arrivo a Brindisi e un iniziale periodo di ambientamento è stato trasferito in Toscana, a Chianciano Terme, prima di giungere definitivamente in Valdelsa, dove è ospite a Badia a Elmi, frazione del comune di San Gimignano, a due passi da Certaldo, in una casa dell'associazione Differenze Culturali e Non Violenza onlus.

Era uno dei tanti giovani, desiderosi di impegnarsi nel mondo del volontariato ma anche di rincorrere quel pallone che lui accarezza con grande maestria e facilità. Studia con molta attenzione le partite, talvolta le riguarda, proprio per cercare di capire sin da subito i movimenti giusti per crescere e migliorarsi. Lui in Ghana ha giocato in passato proprio con Donsah, prima del suo passaggio al Dc United Agogo e adesso Hagi culla un grande sogno: «incontrare l'amico di gioventù» con il quale condivide una storia di amore per un pallone che non smette mai di rotolare. Lui nell'attesa ha trovato posto alla Polisportiva Certaldo; è bastato qualche allenamento per far esprimere un potenziale al di sopra della media e conquistarsi così subito un posto nello scacchiere degli undici in campo. Un centrocampista offensivo con il vizio del gol, e spesso schierato in un tridente dove c'è un altro ragazzo giunto con lui in Italia, come
Tomba Koulibaly.

Una Polisportiva Certaldo che ha accolto nel corso degli anni molti ragazzi di colore, cercando magari qualche stella da lanciare nel mondo del calcio amatoriale. Una operazione

perfettamente riuscita per il classe '96 che fra gol e allenamenti, sogna anche il salto di qualità per il futuro ma senza dimenticare il suo passato, più recente di quello che possa sembrare, per incontrare ancora una volta l'amico Donsah.


©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro