Quotidiani locali

Spedizione punitiva della gang, in cinque picchiati a sangue

Dopo un litigio con un altro gruppo in un locale di Certaldo, si sono armati di tirapugni e li hanno attesi fuori. All’ospedale due ragazze insieme a due coetanei e un cinquantenne. È caccia ai quattro aggressori

CERTALDO. I cinque stavano trascorrendo la serata in un locale. Dove hanno litigato con un altro gruppo di amici. Sono volate offese e minacce. Poi la situazione sembrava tornata alla normalità. Sembrava che la questione fosse finita lì. Ma invece i quattro sono usciti, si sono riorganizzati e sono tornati davanti al locale. Hanno atteso l’uscita dei cinque e li hanno presi a calci e pugni, mandandoli all’ospedale.

Una spedizione punitiva, nel cuore di Certaldo, a due passi dal cinema-teatro Boccaccio, sulla quale indagano i carabinieri della stazione locale, che stanno dando la caccia ai quattro aggressori, protagonisti di una scena da Far West, nella notte tra sabato 2 e domenica 3 dicembre.

Secondo quanto si è appreso i cinque feriti avevano trascorso la serata all’interno di un pub. Dove, per motivi ancora in corso di accertamento, alcuni di loro avrebbero avuto una discussione con un altro gruppetto di giovani.

A scatenare il diverbio, probabilmente, una parola o uno sguardo di troppo, con il tasso alcolico elevato che potrebbe aver contribuito a far salire ulteriormente la tensione. Tuttavia i due gruppi sembravano essersi chiariti. O almeno, non sembrava che la situazione potesse degenerare come invece è accaduto nel giro di pochi minuti. Anche perché i quattro amici sono usciti dal locale. Ma non per andarsene a casa, bensì per organizzare la vendetta: una spedizione punitiva a tutti gli effetti.

Secondo quanto è emerso, il gruppetto è tornato, e stavolta non ha lasciato spazio alle parole: il quartetto ha preso a calci e pugni i rivali, due ragazze poco più che ventenni, due loro coetanei e un cinquantenne.

E a giudicare dalla gravità delle ferite riportate, non è escluso che siano state utilizzate anche delle armi contundenti, forse dei tirapugni. Una volta completata la vendetta, i quattro sono fuggiti prima dell’arrivo dei carabinieri. Che hanno raccolto la testimonianza dei cinque feriti, tutti finiti al pronto soccorso di Empoli, da dove sono stati dimessi con prognosi comprese tra i sette i dieci giorni ciascuno. Nel

frattempo i militari hanno sentito anche altre persone, per cercare di ricostruire l’accaduto e ora stanno dando la caccia agli aggressori, che non sarebbero di Certaldo, ma residenti in un altro comune della Valdelsa e che già nelle prossime ore potrebbero essere identificati.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista