Quotidiani locali

Doppio raid notturno, spaccate almeno 10 auto a Empoli

Specchietti rotti o spezzati, forse è una vendetta dei pusher contro i residenti di viale Buozzi dopo i blitz delle forze dell'ordine e alla vigilia dell’accensione delle telecamere 

EMPOLI. Doppio raid vandalico notturno in viale Buozzi. Nel mirino le auto parcheggiate sul lato opposto rispetto al parco della Rimembranza. Spaccati decine di specchietti. Sarebbero almeno dieci le macchine finite nel mirino in due notti. Sabato 2 dicembre il primo risveglio decisamente amaro per i residenti. C’è chi ha trovato lo specchietto danneggiato e chi completamente spezzato.

Tuttavia in pochi – secondo quanto si è appreso – si sono rivolti alle forze dell’ordine per denunciare l’accaduto. Ma dopo appena 48 ore è arrivato addirittura il bis. Identico il “teatro” (viale Buozzi), nel mirino altre 5-6 auto (anche di altri proprietari rispetto a quelli danneggiati tra venerdì e sabato). «Intorno alle 23.30 di domenica – racconta un residente – abbiamo sentito dei colpi in sequenza. Ma sembrava quasi un tamburo, non ci abbiamo fatto particolarmente caso. Poi stamani (lunedì 4, ndr), quando abbiamo visto le macchine, abbiamo capito…. Altro che tamburo». Forse si tratta di un atto compiuto da un gruppetto di baby-vandali, che hanno deciso di “divertirsi” male danneggiando le auto mentre passeggiavano sul marciapiede.

leggi anche:

Ma non è escluso che si tratti di una vendetta dei pusher (o dei tossicodipendenti), finiti nel mirino dei residenti, che da mesi denunciano il degrado della zona, diventata invivibile, per colpa di spaccio e prostituzione. Una battaglia che, oltre a portare continui blitz di polizia e carabinieri (con raffica di denunce, arresti e sequestri di sostanze stupefacenti), ha spinto l’amministrazione comunale ha installare le telecamere. Che, insieme al potenziamento dell’impianto di illuminazione, con i lampioni che a breve saranno raddoppiati, rappresentano un ulteriore colpo alla microcriminalità. I lavori (da 39.000 euro, a cura della Elmas) sono in corso e i dispositivi saranno accesi a giorni. Dieci sono le telecamere che vengono sistemate nel primo tratto di viale Buozzi (altre 3 nel villaggio scolastico): quattro sono puntate sulla strada e sei osservano l’interno del Parco della Rimembranza.

Un’operazione che potrebbe aver scatenato la reazione di coloro che si sentono direttamente danneggiati dall’intervento, che di fatto – insieme all’offensiva delle forze dell’ordine – è destinato a “sfrattarli” da una zona che hanno tenuto sotto controllo per troppo tempo.
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista