Quotidiani locali

Sblocco dopo 2 anni, al via i lavori al ponte di Torre

Fucecchio, la struttura sul fosso Cioni era franata la vigilia di Natale del 2015. Il Comune ha stanziato oltre 77mila euro per la sua ricostruzione

FUCECCHIO. Quello del prossimo 24 dicembre dovrebbe essere il secondo ed ultimo "compleanno" per il ponticino sul fosso Cioni, a Torre, andato giù parzialmente fra la vigilia e il Natale del 2015. Il Comune di Fucecchio, infatti, ha stanziato 77.500 euro per i lavori di ricostruzione del piccolo ponte, che però si trova su una delle strade più trafficate della frazione, perchè da lì si arriva nel centro di Torre.
Entro la data del 15 dicembre dovranno essere assegnati i lavori, poi Toscana Energia e Acque Spa provvederanno a spostare le condotte che passano di lì (senza stoppare le forniture oltre i tempi tecnici).
Terminato l'intervento delle due aziende concessionarie di acqua e gas, potrà iniziare quello vero e proprio di rifacimento.Il Comune stima più o meno in due mesi il tempo per realizzare il tutto. Sulle tempistiche, tuttavia, influiscono quelle relative agli interventi che devono essere previsti per lo spostamento delle condotte del gas e dell'acqua. Se questi partissero a stretto giro di posta, lo stesso potrebbe fare la ditta incaricata dal Comune.
In ogni caso, ragionevolmente nel 2018 il ponticino sarà pronto. Nel momento di ricostruzione del ponte dovranno essere vagliate due opzioni: creare una sorta di strada alternativa - come sul rio Ganghereto nel territorio di Cerreto Guidi - oppure sopportare il disagio, specie se ci dovesse voler poco per il rifacimento.
Il ponte, comunque, continua ad essere percorribile ed era rimasto chiuso per pochissimo tempo. In questo intervento è coinvolto anche il consorzio Basso Valdarno, che ha realizzato l'indagine geologica necessaria. Tutta una serie di procedimenti burocratici ha fatto sì che passasse oltre un anno e mezzo prima che si arrivasse ad un progetto esecutivo, completato nei mesi scorsi.

Comune nel frattempo ha già speso delle risorse per risolvere quantomeno l'emergenza nel momento, perchè da quel ponticino su via Poggio Osanna ci passano praticamente tutti quelli che vanno verso la Torre, oppure tornano. Il ponte non venne chiuso totalmente e fu anche possibile organizzare il classico gran premio ciclistico di Torre.La struttura venne rinforzata, in attesa dell'intervento risolutivo. Al momento ci sono ancora le transenne, che però prima erano state messe per evitare che le auto transitassero dal lato destro (verso la frazione di Torre), quello interessato dal crollo della vigilia di Natale del 2015, che era stato rinforzato per scongiurare un crollo totale dopo quello parziale della volta sottostante. Crollo che avrebbe isolato quel lato dell’abitato di Torre.
Tuttavia le transenne messe

sin da subito ora non sono più nella posizione originaria e quindi di fatto anche due macchine ci possono transitare contemporaneamente.
Una situazione che sta andando avanti da quasi due anni e che finalmente dovrebbe trovare risoluzione positiva il prossimo anno.
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista