Quotidiani locali

sicurezza sulle strade

Nuovi autovelox per scovare anche furbetti e mezzi rubati: la mappa

Trecentomila euro per riaccendere quello di Fucecchio, aggiungerne uno nel comune di Vinci  e confermarne altri cinque per tre anni: i dispositivi dovranno incrociare le targhe con le “liste nere”

EMPOLI. Un autovelox nuovo, un altro che sarà riacceso dopo un anno dall’atto vandalico che lo ha messo ko. E altri cinque “confermati” per i prossimi tre anni. Con una novità: i sette dispositivi dovranno essere in grado di confrontare la targa del veicolo che commette l’infrazione con le “liste nere” di mezzi rubati e sequestrati, oltre a verificare – attraverso la connessione con altre banchi dati – la copertura assicurativa e la revisione.

È quanto prevede la procedura di gara per il noleggio di sette strumenti per il controllo della velocità nel circondario, approvata dalla giunta dell’Unione insieme alla relazione messa a punto dalla comandante Annalisa Maritan. Nella primavera scorsa l’ente aveva avviato una procedura per l’affidamento del noleggio, installazione e manutenzione di sei apparecchi. Poi la prefettura di Firenze ha autorizzato l’installazione di un’ulteriore postazione sulla strada provinciale 13 del Montalbano, all’altezza della località Petroio (a poche decine di metri di distanza da quella ormai abbandonata di fronte al campo sportivo), su un’arteria dove – come aveva sottolineato il sindaco Giuseppe Torchia – avvengono decine di incidenti ogni anno, compreso un mortale nel 2016.

A quel punto l’Unione ha optato per una nuova procedura (stavolta “aperta”, considerato l’importo) per sette postazioni, per un totale di circa trecentomila euro: due sulla Sp 13 Montalbano (al chilometro 2, 850, in direzione Sovigliana e una al chilometro 6,6 in direzione Mercatale); due, sempre nel comune di Vinci, sulla Sp 43 di Pietramarina (una al chilometro 3 in direzione Sovigliana e l’altra al chilometro 1,5 verso Sant’Ansano); altrettante nel comune di Cerreto Guidi: sulla Sp 11 Pisana per Fucecchio al km 6, 9 in direzione Empoli e l’altra sulla 436 Francesca, al km 18, 6 verso Montecatini Terme).

Infine, sarà ripristinato l’impianto incendiato a San Pierino, sempre sulla Francesca (che in quel tratto prende il nome di via Sanminiatese), in direzione di Fucecchio. Nella relazione si specifica anche che «il sistema dovrà presentare anche un modulo di lettura targhe “liste nere”: tramite questa funzione del software dovrà essere possibile confrontare la targa del veicolo che ha commesso un’infrazione al codice della strada, con una lista di targhe da segnalare (veicoli sospetti o rubati, in fermo amministrativo) e – sempre per i mezzi in infrazione

– dovrà essere possibile interfacciarsi con altre banche dati per permettere la verifica della copertura assicurativa e della revisione».

L’importo soggetto a ribasso per il canone complessivo di 36 mesi sarà di 241.500 euro, oltre Iva e spese accessorie.
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie