Quotidiani locali

paese in lacrime

«Addio Sara, un piccolo fiore pieno d’amore per tutti. Per sempre con noi» - Video

Palloncini bianchi e blu e la musica di Rino Gaetano al funerale della ragazza uccisa da un camion pirata sulla 429 a Castelfiorentino

CASTELFIORENTINO. Palloncini bianchi e blu volati in cielo di fronte alla comunità castellana che si è stretta attorno al dolore della famiglia di Sara Scimmi, la diciannovenne che sabato 9 settembre ha perso la vita lungo la 429, investita da un pirata della strada, tuttora ricercato.

Palloncini, musica e tante lacrime per l'addio a Sara A Castelfiorentino una folla commossa ha accompagnato nel suo ultimo viaggio la giovane travolta e uccisa da un camion pirata (video agenzia Carlo Sestini) L'ARTICOLO

C’erano più di 1000 persone al funerale della giovane a nella chiesa di San Francesco, con una piazza gremita, raccolta in un silenzio spettrale, rotto solo all’arrivo del feretro di colore bianco, come quello degli angeli, dall’applauso degli amici e delle amiche, i volontari della Misericordia di Certaldo, Castelfiorentino, i vigili del fuoco, carabinieri, poliziotti, gli amici del circolo di Petrazzi e i donatori di Fratres.

La celebrazione è stata presieduta da don Alessandro Lombardi che ha ricordato più volte le parole di Papa Francesco, legate alla speranza e un abbraccio alla famiglia di Sara, la sorella Giulia, il padre Antonio e la madre, anche quando i riflettori su questa vicenda si spegneranno. «Sara, sfogliando la sua bacheca Facebook ha citato, a suo modo, una frase di Madre Teresa di Calcutta, non possiamo fare grandi cose nella vita, ma possiamo fare piccole cose con grande amore. Ecco questo è quello che Sara chiede a tutti noi, una promessa che ciascuno deve portare avanti».

leggi anche:



Le amiche del cuore di Sara sono state le prime a parlare durante la messa in un silenzio glaciale: dall’amore per il mare da vivere con gli affetti più cari fino ai sogni che insieme cullavano. Il destino di Sara sarebbe stato quello da psicologa, con il desiderio di viaggiare e di volare in Africa: «Quando riuscirai a diventare quello che hai sempre sognato, noi saremo accanto a te e tu ci sarai per noi, perché adesso tu sei e rimarrai sempre».

Il sogno è svanito, lei è volata via. In cielo. Sara era volontaria della Misericordia di Castelfiorentino, molto conosciuta anche a Certaldo, e i volontari non hanno risparmiato parole: «C’eri sempre per ognuno di noi, con gesti d’affetto e d’amore, la stessa iniziale del tuo nome ci ricorda l’infinito, come il bene che non finirà mai». Un ricordo anche da parte dei donatori di sangue Fratres di Castelfiorentino: «Non ti dimenticheremo mai, piccolo fiore».

Applausi e lacrime. Poi l’uscita del feretro bianco, è stata accompagnata da palloncini bianchi e blu sulle note di una delle canzoni preferite da Sara, di Rino Gaetano.

leggi anche:



I volontari della Misericordia di Castelfiorentino hanno estrapolato un pezzo, accompagnato dalle stesse note: «A mano a mano ti accorgi che il vento ti soffia sul viso e ti ruba un sorriso, la bella stagione che sta per finire ti soffia sul cuore e ti ruba l’amore». Così i palloncini volavano in cielo e nel momento in cui il carro funebre stava per compiere il suo viaggio verso il cimitero simbolicamente è salito in cielo anche l’ultimo palloncino blu per salutare ancora una volta una ragazza uccisa da un camion pirata che ha lasciato una famiglia e una comunità nello sgomento, che ha dedicato a Sara anche alcuni striscioni, uno dei quali citava Ermal Meta e la sua “A parte te”: «Sempre sarai nella tasca destra in alto».

 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista