Quotidiani locali

Travolta e uccisa da un camion, i dubbi della sorella

L'appello affidato ai social: "Chi ha visto parli, non sarebbe mai andata da sola a piedi su quella strada. Ce l'hanno portata o lasciata"

CASTELFIORENTINO. "Chiedo a chi ha visto o sa qualcosa di parlare, perché Sara non sarebbe mai andata sulla 429, aveva chi la riportava a casa ed era una ragazza coscienziosa. La ci è stata portata o lasciata. Nessuno ce la ridarà mai, ma aiutateci a capire". 

leggi anche:

 Così,
in un post su Facebook, Giulia Scimmi, sorella della 19enne Sara, trovata morta alle 3.30 di sabato 9 settembre sulla strada regionale 429 a Castelfiorentino (Firenze), investita da un veicolo, presumibilmente un camion, che, secondo la ricostruzione dei carabinieri, poi si  allontanato senza prestarle soccorso. "Hai distrutto tutto - prosegue la sorella maggiore della vittima - tu non hai definizione e pagherai per quel che hai fatto. Costituisciti, mia sorella era tutta la nostra vita. E l'unico obiettivo della mia vita adesso  trovarti".  Intanto proseguono le indagini dei carabinieri della Compagna di Empoli per risalire al veicolo e al suo conducente. Una possibile ipotesi al vaglio degli investigatori  che Sara Scimmi, dopo essere venuta via da una discoteca in località Malacoda si sarebbe incamminata verso la propria abitazione, distante un paio di chilometri, trovando la morte a circa 500 metri dal locale notturno in cui aveva passato la serata con alcuni amici.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie