Quotidiani locali

I richiedenti asilo diventano volontari in biblioteca

EMPOLI. Un progetto di volontariato rivolto ai richiedenti asilo accolti sul territorio all’interno della biblioteca comunale di Empoli. L’iniziativa, promossa dall’amministrazione, coinvolgerà una...

EMPOLI. Un progetto di volontariato rivolto ai richiedenti asilo accolti sul territorio all’interno della biblioteca comunale di Empoli. L’iniziativa, promossa dall’amministrazione, coinvolgerà una decina di migranti accolti nei centri. A questi saranno affidati servizi di front office dedicati agli utenti stranieri, di smistamento dei libri nei vari locali della biblioteca e di collaborazione in caso di eventi straordinari. In questi mesi sono già stati svolti alcuni incontri informativi e di ricognizione per raccogliere le adesioni e illustrare le finalità del progetto. In seguito, i richiedenti asilo che hanno mostrato la loro volontà di partecipare – al momento sono una decina – riceveranno una formazione specifica sulle attività della biblioteca e sui compiti a cui saranno chiamati.

«Il progetto nasce dalla sollecitazione a prestare volontariato che a più riprese ci è arrivata dagli stessi richiedenti asilo e dagli enti gestori che operano sul territorio – spiega Arianna Poggi, assessore alle politiche sociali del Comune di Empoli – nei mesi scorsi abbiamo presentato la nostra idea a questi ultimi, i quali hanno fatto da tramite con i ragazzi ospitati nei centri. La risposta è stata subito buona con una decina di persone interessate a fare servizio. Molti dei richiedenti asilo, infatti, da tempo conoscono la nostra biblioteca, la frequentano e grazie a questa sono riusciti a integrarsi. Ed è anche per questo che il progetto è riuscito a raccogliere tante adesioni. Ovviamente i servizi svolti non sono sostitutivi di quelli già in essere, ma permetteranno attraverso il lavoro volontario di accrescere ulteriormente l’offerta. L’idea non è quella di chiedere un contributo in cambio dell’accoglienza, ma di dare la possibilità di fare qualcosa di costruttivo a chi ha la volontà di farlo». Il volontariato è una realtà che negli ultimi mesi sta coinvolgendo molti dei richiedenti asilo presenti nei centri del territorio. In base alle ricognizioni svolte dall’amministrazione tra gli enti gestori emerge, infatti, che oltre il 25% dei 200 ragazzi accolti svolge attività di volontariato. Più di cinquanta persone che fanno servizio in associazioni, società sportive, enti culturali e realtà del terzo settore. C’è chi è inquadrato in un corso di sartoria organizzato dall’Auser, chi opera con la Croce Rossa e con le
Pubbliche assistenze, chi offre ripetizioni di inglese e francese agli studenti delle superiori all’interno del Centro di accoglienza di Empoli. E ancora chi aiuta l’associazione ReSo nella sua attività, chi fa il volontario nei circoli Arci e chi nelle società sportive. (m. p.)

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie