Quotidiani locali

Banca Etruria, striscioni di protesta davanti alla sede Pd di Empoli

L'associazione vittime del Salva Banche contro il segretario regionale: "Prima provoca il danno e poi fa finta di rimediare, ma in realtà non rimedia e addirittura peggiora la situazione dei risparmiatori, creando disparità"

EMPOLI. Striscioni intorno alla sede del Partito democratico di Empoli. A metterli il comitato dell’associazione vittime del Salva Banche dopo le dichiarazioni dei segretari Pd, tra i quali Dario Parrini, segretario regionale del Pd della Toscana, che, dalle pagine del Tirreno, giudica “Inaccettabile ogni disparità di trattamento tra risparmiatori delle banche venete e risparmiatori delle quattro banche”. Gli appartenenti all'Associazione vittime del Salva Banche sono andati a consegnare i messaggi per evidenziare quanto appaiano "solo slogan le dichiarazioni dei diretti rappresentanti di un partito", il Pd, che “prima provoca il danno e poi fa finta di rimediare, ma in realtà non rimedia e addirittura peggiora la situazione dei risparmiatori, creando disparità di trattamento tra risparmiatore e risparmiatore”. Appare poi completamente fuori tempo massimo l'intervento e l'interesse di Parrini per i risparmiatori di Banca Etruria e co, “dal momento che avrebbe potuto occuparsi del dramma di migliaia di risparmiatori appartenenti al suo territorio almeno un anno e mezzo prima, quando ancora si poteva far qualcosa per modificare il decreto che ha sancito l'azzeramento di tanti onesti cittadini. Le sue parole invece adesso, a giochi fatti, assumono solo l'amaro sapore di slogan”.

(notizia in aggiornamento)

 

 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista