Quotidiani locali

sanità

Sette mesi di attesa per un’ecografia a Empoli

La protesta un pensionato di Fucecchio: «Pagando, invece, posso farla il giorno stesso»

EMPOLI. Disavventura sanitaria per un fucecchiese all'ospedale di Empoli, di quelle che ormai sempre più entrano di forza nella quotidianità di molti, con le inevitabili polemiche sullo stato del servizio sanitario pubblico sul fronte delle prenotazioni e dei tempi d'attesa.

A finirne vittima questa è stato Leandro Turolla, pensionato, per la prenotazione di una visita con priorità D (30-60 giorni) al quale il centro prenotazioni ha risposto con un appuntamento ad oltre sette mesi di distanza. «Sette mesi, mi chiedo se questo debba essere considerato normale – spiega il protagonista di questa vicenda. – L'8 aprile scorso ho prenotato un eco addome completo con esenzione e priorità entro i 60 giorni. L'appuntamento mi è stato dato per il 2 novembre alle 12,50 a San Miniato. Roba da pazzi».

leggi anche:

Un fenomeno che come sempre in questi casi si è accompagnato ad una risposta più che celere nel momento in cui si è data la disponibilità di pagare. Sempre al cup Empoli, «Ho richiamato e pagando, mi è stato proposto appuntamento per il giorno stesso alle 10,30, presso il medesimo ospedale. Mi sarebbe costato 92 euro – continua Turolla nel suo racconto. – Non dandomi la garanzia che sarebbe stata presente la dottoressa di mia fiducia, alla fine mi sono rivolto direttamente ad una clinica di Sovigliana, dove al medesimo costo mi hanno assicurato il servizio subito. Mi chiedo però se questo trattamento è giusto».
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro