Quotidiani locali

Calci, pugni e sputi davanti ai bambini a Empoli

Scoppia la rissa nel parcheggio dopo la partita degli amatori. Prima le scintille in tribuna, poi le botte fuori: arrivano polizia e carabinieri

EMPOLI. Prima gli insulti, le offese, le minacce e addirittura gli sputi, nel bel mezzo della tribuna. Poi lo scontro nel parcheggio, dove sono volati calci e pugni. Un parcheggio che per qualche minuto si è trasformato in un vero e proprio ring.

Al campo sportivo di Santa Maria ci si aspettava una serata di festa, fatta di calcio e divertimento e invece si è dovuto assistere all’ennesima rissa. Questa volta i calciatori in campo c’entrano poco o niente.
A offrire un pessimo spettacolo ci hanno pensato i dirigenti e gli spettatori in tribuna, protagonisti di una violenta scazzottata, un vero e proprio far west, che per una decina di minuti ha visto fronteggiarsi almeno 7-8 persone. Sul terreno in sintetico di via Sanzio ad Empoli si giocavano i playoff di serie A1 del campionato di calcio a 11 Uisp. Ad affrontarsi, alle 21, 30 di mercoledì 12 aprile, La Cdp Limite e il lazzaretto City entrambe a caccia dei quarti di finale. Una gara maschia, ma decisamente corretta in campo, una gara che però nel secondo tempo ha preso una brutta piega, in particolare sugli spalti.

leggi anche:

Tutto accade nel finale del secondo tempo, quando un dirigente del Lazzeretto City viene allontanato dal campo dall’arbitro per intemperanze. Temporeggia molto nell’abbandonare il terreno di gioco e si prende a male parole con alcuni calciatori. Una volta fuori dal campo, si accomoda in tribuna dove gli animi sono già abbastanza caldi. La Cdp segna e i giocatori limitesi vanno ad esultare sotto la tribuna.
Anche in questo caso ricomincia lo scambio di offese, poi a due minuti dalla fine della gara, la squadra giallorossa ottiene un rigore che potrebbe valere la qualificazione.

Ancora una volta i calciatori e i tifosi si insultano, poi secondo quanto emerso a far scattare la scintilla sarebbe stato lo sputo del dirigente del City ad uno dei calciatori della Cdp. I tifosi giallorossi si accorgono dell’accaduto e scendono le scale della tribuna per far valere le proprie ragioni. Ne nasce un primo parapiglia che però viene bloccato sul nascere da alcune delle persone presenti in tribuna. Gli animi si placano anche perché la Cdp Limite sbaglia il penalty e la partita, dopo i tempi regolamentari prosegue ai rigori. Il tempo di 4 tiri dal dischetto e di sancire il passaggio del turno dei limitesi che gli animi si surriscaldano ancora. Partono di nuovo parole grosse e un gruppo di persone, poco meno di una decina, si spostano nel parcheggio auto che si trova dietro la tribuna.

Volano calci, pugni e spintoni, alcuni provano a frapporsi per fermare i contendenti ma per qualche minuto volano botte da orbi. Tutto sotto gli occhi di una cinquantina di tifosi rimasti in tribuna ad osservare allibiti la scena, ma soprattutto di alcune famiglie con bambini che poi si sono “rifugiate” al bar o all’ingresso degli spogliatoi. La situazione dopo qualche minuto è tornata alla normalità e molti dei protagonisti delle scene da Far West hanno il campo con le loro auto. Sul posto dopo qualche minuto, sono intervenute una pattuglia dei carabinieri della compagnia di Empoli e una volante della polizia. Gli agenti hanno identificato alcuni dei presenti, ma per il momento non è stata effettuata alcuna denuncia.

Così si è chiusa l’ennesima giornata in cui purtroppo calcio e violenza sono andate a braccetto. In questo senso non è certo un annata semplice per il mondo calcistico empolese e in particolare per il calcio Uisp. Ad inizio stagione un paio di risse in campo avevano portato a maxi squalifiche e avevano costretto il presidente della Lega Calcio amatoriale Roberto Cellai ad intervenire con un duro comunicato. Poi, nei campionati giovanili Figc, la maxi rissa in tribuna nel corso della partita Allievi Avane-Florence, fermata dai ragazzi in campo. Nei giorni scorsi invece la discussione tra due giocatori Uisp e un arbitro nel parcheggio del campo sportivo di Ponte a Elsa che era costata ai due tesserati un’altra stangata.
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Pubblicare un libro, ecco come risparmiare