Quotidiani locali

Il sindaco si schiera col “partito” del no al circo con gli animali

A Certaldo acceso dibattito dopo l’arrivo di una compagnia nella cittadina. Cucini: «Non abbiamo strumenti
per vietare questa attività ma possiamo fare controlli su condizioni e recinti in cui vengono tenuti»

CERTALDO. Il sindaco di Certaldo, Giacomo Cucini, si schiera con i cittadini contrari alla presenza del circo con animali in paese. E' questa la sua forte presa di posizione a seguito dell'acceso dibattito, scoppiato anche nei social, che ha visto comparire in rete più di 150 commenti. Un fiume di parole che il sindaco ha scelto di commentare rendendo noto il suo pensiero, già manifesto quando era assessore. La miccia che ha innescato il tutto è stata la presenza di un circo vicino al paese. Il sindaco Cucini non si è fatto attendere e ha preso posizione con parole e azioni.Sin dal 2010, quando lui era da poco assessore, fece approvare un regolamento, che si ispira ai principi dell’Unione europea che contiene paletti e regole molto stringenti per tutelare gli animali, diverse per ogni specie. La proposta fu avanzata al fine di garantire il benessere degli animali impiegati negli spettacoli da parte di circhi in conformità alla normativa vigente sulla protezione degli animali, ed alle linee guida emanate dalla commissione scientifica Cites.

Il regolamento garantisce "controlli e restringe molto i requisiti richiesti in quanto a trasporto animali, misura dei recinti e condizioni sanitarie, il tutto a tutela degli animali". La normativa nazionale non consente di vietare la presenza di una attività circense con gli animali in un comune: «Siamo pronti però a recepire ogni elemento o direttiva utile per dire no definitivamente a questo» prosegue Cucini. Parole forti che sembrano ricalcare il disegno di legge del governo del marzo 2016, depositato in Parlamento, dove si spiana la strada per un circo senza animali, dove in scena ci saranno solo acrobati, pagliacci e spettacoli di arte varia.

A livello di Empolese Valdelsa la questione non è stata affrontata collettivamente ma la sensazione è che la presa di posizione di Certaldo possa essere il preludio per arrivare a un tavolo di concertazione di area. Così nell'attesa che anche dal governo possano arrivare segnali concreti il Comune porta avanti le sue iniziative di tutela degli animali e sono già scattati i controlli dell'Asl 11 di Empoli che non hanno evidenziato criticità. Ogni volta infatti che il circo arriva in paese si riunisce la commissione pubblico spettacolo, a seguito della ricezione di alcuni atti, per far scattare quei controlli per cercare di garantire la dignità e la salute degli animali. Un vero e proprio sopralluogo dettagliato sul posto per far rispettare

tutti gli elementi contenuti nel regolamento. Il sindaco Cucini inoltre ha voluto chiarire anche un altro aspetto: «Il terreno dove staziona il circo è destinato a questo tipo di attività ma appartiene a un privato. Il Comune dalla presenza dell'attività non percepisce soldi».
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro