Quotidiani locali

CHIESA

L'arcivescovo Betori in visita per il restauro di un antico organo

A Empoli lo strumento tornerà a funzionare a Tinaia grazie all'impegno di Carlo Ciardi che si è adoperato per trovare i fondi necessari

EMPOLI. Torna a splendere nella chiesa dei Santi Michele e Leopoldo della Tinaia, l'organo meccanico, del 1794, di Benedetto e Luigi Tronci. La cerimonia inaugurale si terrà mercoledì 6 maggio alle 18.30, nella chiesa della frazione, alla presenza del cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, di don Vincenzo Lo Castro, dell’assessore alla cultura di Empoli, del funzionario della Soprintendenza delle Belle Arti e del Paesaggio, Cristina Gnoni, e del restauratore.

Il recupero dell'organo è stato possibile grazie all’impegno di Carlo Ciardi, che si è adoperato per reperire i fondi necessari gran parte dei quali si devono al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato, ed è stato restaurato da Nicola Puccini, maestro organaio di Migliarino Pisano. Il restauro rappresenta un arricchimento per tutta il patrimonio culturale empolese, un esempio virtuoso e positivo: è stato restituito l’antico splendore allo strumento. L’inaugurazione sarà l’occasione per riascoltare, dopo anni di silenzio, il suo suono mistico, riflessivo ed arcaico. A suonarlo il giovane maestro Giovanni Ciardi. 

La ditta Tronci di Pistoia venne fondata nel XVIII secolo dai fratelli Antonio e Filippo, cresciuti artisticamente alla bottega del lucchese Domenico Francesco Cacioli. L'impresa familiare interessò ben cinque generazioni e ha rappresentato uno dei più interessanti capitoli

dell'arte organaria italiana. Lo strumento è racchiuso in cassa lignea di pioppo e abete, laccata e chiusa sulla parte anteriore da una tenda  scorrevole. Sulla parte anteriore, la facciata dell’organo è ad unica campata con cuspide centrale e ali laterali.

 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro