Menu

GIUSEPPE CAU

Il cavaliere della Vespa è la star di Cappiano

FUCECCHIO. Essere un mito, un pilota, una leggenda vivente; e avere un volume di grande formato – come quelli dell’enciclopedia Treccani – in più illustrato, con immagini d’epoca e quelle più recenti...

FUCECCHIO. Essere un mito, un pilota, una leggenda vivente; e avere un volume di grande formato – come quelli dell’enciclopedia Treccani – in più illustrato, con immagini d’epoca e quelle più recenti a colori. Il fortunato, per l’avventura che ha vissuto e che continua a dargli soddisfazioni è Giuseppe Cau, un giovanotto di 84 anni. L’unica persona al mondo insignita dell’onorificenza di Cavaliere per meriti “vespistici”, sarà presente oggi alle ore 17 presso il Vespa Club Ponte Mediceo, a Ponte a Cappiano, di cui è già presidente onorario. Farà gli onori di casa il presidente Enrico Ceccarini, che ai soci del Club farà uno sconto sull’acquisto del volume, presentato in anteprima.

Moderatore il giornalista Luciano Gianfranceschi. Interverranno gli assessori comunali Emma Donnini e Massimo Talini (Info tel. 347 6015259). Tutti sanno che Cau è stato un mitico pilota degli anni Cinquanta, che con la Vespa, ha vinto tutto quel che c’era da vincere dando lustro e onore allo sport italiano ed al marchio Piaggio. Ma nel volume c’è anche dell’altro: per dirne una tra le tante, ha fatto parte della squadra acrobatica, ed è fotografato mentre sulla pista del campo d’aviazione della Piaggio era impegnato a cambiare la ruota della Vespa… senza bisogno di fermarsi.

Cau venne chiamato in Toscana da Enrico Piaggio in persona, dopo averlo visto correre per le strade della Capitale. E’ stato l'eroe del Reparto Corse della Piaggio. Quello capace di dimostrare che, oltre a irradiare il suo charme dalle strade della “Dolce Vita”, dai film e dalle pubblicità, la Vespa poteva anche vincere le gare. Chissà quanti e quali aneddoti ci racconterà, alla presenza degli autori del bel volume, che sono Fabrizio Valeri e Vincenzo Carlino (ha collaborato anche il collega Andrea Lanini nell’organizzare il materiale di Cau, che ora abita a Fornacette).

Sempre oggi sarà premiato anche Filippo Logli, che con Vespa è andato da Pontedera a Capo Nord. Per l’occasione, la Vespa che verrà parcheggiata in piazza Donnini a disposizione di chi vorrà fotografarla: si tratta di una PX125 degli anni Ottanta, che ha compiuto l’impresa l’estate scorsa.

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare