Nasconde al Fisco più di 5 milioni

Costruttore edile vive nel lusso ma non paga le tasse: denunciato dalla Finanza per evasione fiscale

    CASTELFIORENTINO. Costruiva villaggi turistici e complessi residenziali. Viaggiava in Mercedes e viveva in una villetta. Una vita fatta di lusso e di poche tasse, grazie a una contabilità decisamente lacunosa: ricavi non dichiarati per cinque milioni di euro, Iva non versata per ottocentomila euro. Ma è stato scoperto e denunciato dalla guardia di finanza.

    Il maxi-evasore è un imprenditore che vive in Valdelsa, dove ha sede anche la sua ditta di costruzioni. Negli ultimi anni ha realizzato interventi importanti, attraverso la sua società che aveva come attività principale la costruzione di edifici privati e complessi residenziali e turistici, a Empoli, Castelfiorentino e altre zone del circondario. Ma negli ultimi tempi aveva anche portato a termine un lavoro importante a Follonica, in provincia di Grosseto, dove ha realizzato un villaggio turistico.

    L’operazione è stata condotta in porto dalla Tenenza della guardia di finanza di Castelfiorentino, guidata dal luogotenente Valentino Fantelli, la cui attività ispettiva è scattata in seguito a un controllo incrociato richiesto da un altro reparto delle fiamme gialle, che stava svolgendo accertamenti su un fornitore dell’impresa.

    Quando i finanzieri hanno messo gli occhi sulla contabilità della società valdelsana, si sono resi conto della necessità di un approfondimento. E i sospetti hanno ben presto trovato piena conferma. L’esame della documentazione contabile e le risultanze dell’anagrafe tributaria hanno permesso di accertare che la società in questione, sebbene risultasse attiva ed operante fin dal 2009, aveva omesso di redigere e presentare i bilanci d’esercizio e le relative dichiarazioni annuali ai fini delle imposte dirette e dell’Iva, omettendo di versare all’Erario tributi per 2,5 milioni di euro in due anni.

    I successivi accertamenti hanno inoltre fatto emergere anche l'irregolare tenuta della contabilità amministrativo/fiscale. Alcuni libri contabili e sociali obbligatori non erano stati istituiti mentre le registrazioni in contabilità delle fatture emesse e ricevute era avvenuta in modo parziale.

    In pratica la società era quasi “fantasma” agli occhi del Fisco. E l’imprenditore era riuscito a passarla liscia per alcuni anni. E grazie ai ricavi non dichiarati per oltre cinque milioni di euro, Iva e Irap (Imposta regionale sulle attività produttive) non versate per un milione di euro, riusciva a vivere nel lusso e a garantirsi un elevato tenore di vita.

    L’uomo, di cui la guardia di finanza non ha voluto fornire le generalità, viveva in una villetta indipendente di recente costruzione ed era solito spostarsi a bordo di auto di grossa cilindrata (l’ultima autovettura con la quale si faceva vedere sulle strade della Valdelsa è una Mercedes E).

    Ma la sua società a responsabilità limitata è finita nelle maglie della guardia di finanza castellana, che ha smascherato l’evasione e ha messo nei guai l’imprenditore, che è stato denunciato. ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    01 agosto 2012

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.

     PUBBLICITÀ