Quotidiani locali

L’APPELLO

Cantini: subito tagliare le tasse e rilanciare i centri storici

EMPOLI. «Non c’è più tempo da perdere: per il commercio siamo all’ultima chiamata». Lapo Cantini, responsabile della Confesercenti dell’Empolese Valdelsa, commenta così i dati dell’Osservatorio...

EMPOLI. «Non c’è più tempo da perdere: per il commercio siamo all’ultima chiamata». Lapo Cantini, responsabile della Confesercenti dell’Empolese Valdelsa, commenta così i dati dell’Osservatorio economico elaborati da Sauro Spignoli. Se i numeri e le previsioni che emergono dallo studio dovessero essere confermati alla fine dell’anno, il comparto rischia una crisi mai vista.

«Il quadro è difficile se non drammatico - sottolinea Cantini - soprattutto per l’Empolese Valdelsa che viene fuori da questa ricerca come la maglia nera della provincia. Perciò bisogna intervenire, subito, per cercare di invertire o quanto meno frenare questa tendenza».

Cosa fare? La Confesercenti chiede alla politica e alle amministrazioni locali sostanzialmente tre cose.

La prima: rilanciare i centri storici perché è lì, come spiega Lapo Cantini, che il commercio rischia di più.

La seconda: ridurre, per quanto possibile e di competenza a livello municipale, la pressione fiscale, a cominciare dall’Imu fino alla tassa di soggiorno introdotta nei confronti dei turisti.

La terza: avviare politiche di marketing territoriale in modo da rendere il circondario sempre più attraente sia nei confronti dei turisti sia nei confronti di chi si muove magari solo nel fine settimana, anche perché soltanto aprendo e allargando il mercato si potranno aiutare quelle attività commerciali dell’Empolese Valdelsa che rischiano di non poter più vivere bene, come è stato finora, servendo soltanto la popolazione locale.

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia il Tirreno
e ascolta la musica con Deezer.3 Mesi a soli 19,99€

ATTIVA
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.