Menu

IL DOVERE DELLA MEMORIA

Montaione ricorda i suoi deportati

Il sindaco Rossetti ha consegnato un riconoscimento ai familiari

MONTAIONE. Si è svolta a Montaione una seduta straordinaria e aperta del consiglio comunale per onorare il Giorno della Memoria. Durante il consiglio ha avuto luogo la cerimonia di consegna del riconoscimento dell’amministrazione ai cittadini di Montaione ex deportati, in qualità di civili o militari, nei campi di concentramento nazisti durante la seconda guerra mondiale.

Alla cerimonia hanno portato il loro saluto il presidente dell’Aned di Empoli, Virgilio Rovai, e lo storico presidente della sezione Anpi di Montaione, prof. Sergio Gensini. Sono inoltre intervenuti gli alunni e gli insegnanti delle terze classi della scuola secondaria di 1° grado dell’istituto comprensivo “G. Gonnelli”. Durante la cerimonia è stato proiettato il mediometraggio “Notte e nebbia”, realizzato nel 1956 dal cineasta francese Alain Resnais, il quale documenta la barbarie delle deportazioni naziste.

Il sindaco Paola Rossetti ha consegnato le pergamene del Comune ai familiari dei montaionesi deportati, per la maggior parte oggi defunti. Momenti di intensa commozione hanno accompagnato i racconti dei familiari che hanno rievocato le drammatiche esperienze dei loro congiunti.

Questi i nomi dei montaionesi a cui è andato il ricordo della comunità e il riconoscimento del Comune: Guido

Caponi, Luigi Caponi, Giuseppe Fabiani, Giovanni Masini, Alvaro Tosi (deportati civili); Giuseppe Bassi, Libero Brogi, Guido Ghionzoli, Orlando Giorgi, Renato Macii, Francesco Pescatori, Elio Profeti, Ulvan Rosi, Tullio Rossi, Renato Vallesi (deportati militari dopo l’8 settembre 1943).

TrovaRistorante

a Empoli Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare