Quotidiani locali

calcio eccellenza 

Cecina, rinviata la partita di Coppa Italia dopo il ricorso contro la Pro Livorno Sorgenti

Il Comitato regionale rimanda la partita di una settimana per consentire eventuali appelli. Rebus sull’agibilità del Rossetti

CECINa

Niente partita di Coppa Italia. Il Loris Rossetti, oggi mercoledì 12, doveva ospitare nel pomeriggio la gara di ritorno del primo turno tra Cecina e Pro Livorno Sorgenti. Il comunicato del Comitato regionale, uscito ieri, invece l’ha sospesa. Come l’altra sfida in programma tra Cenaia e Vorno.

Il motivo viene dai reclami presentati al giudice sportivo territoriale per presunte irregolarità. «Dal momento che tali decisioni – si legge nel documento ufficiale – non ancora definitive, potrebbero essere appellate davanti alla competente Corte sportiva di appello territoriale, si dispone il momentaneo rinvio di tutte le gare relative ai triangolari interessati». Basta leggere per vedere che la data di recupero c’è già: mercoledì 19, ossia tra sette giorni. Sperando di giocare ancora al comunale.

Un passo indietro. Il Cecina calcio, domenica 2, ha pareggiato l’andata di Coppa a Livorno 2-2. I dirigenti hanno presentato reclamo perché i labronici, nel secondo tempo, avrebbero schierato un giocatore squalificato, Simone Zoncu. Il documento, però, è stato inviato in ritardo e di conseguenza non è stato accettato dal giudice sportivo territoriale, divenendo inammissibile. La conferma viene dal comunicato ufficiale di giovedì scorso. Fine della storia, perché come ha spiegato il presidente rossoblù Massimo Gazzarri si tratta di un errore tecnico. Sull’altro fronte, pure il Cenaia ha presentato ricorso contro il Vorno, non valido per un problema simile.

Detto questo: il ritorno di Coppa è sì in calendario mercoledì prossimo, ma tutti in via Puccini sperano di poterlo disputare al Rossetti, che tra poco chiuderà per ristrutturazione. «Non me lo aspettavo e ci dispiace – commenta Gazzarri – perché abbiamo lavorato con impegno per ottenere l’agibilità della tribuna coperta e le regolari richieste per l’ordine pubblico. Dovremo ricominciare da capo, e forse già domani (oggi, ndr) chiamerò il sindaco per avere un’altra risposta. Peccato, perché avevamo preparato il pomeriggio prevedendo pure il saluto dei nostri ragazzini nati nel 2008 prima del fischio d’inizio». Invece, il Comitato regionale ha rinviato le partite. Per chi segue la squadra allenata da Antonio Brontolone ed

è attaccato ai colori sociali, è uno spiacevole imprevisto. Allo stadio sono tutti affezionati, perché sull’erba bruciata dal sole sono state scritte pagine memorabili. Gli appassionati, ne siamo certi, pregano affinché almeno la Coppa si giochi qui. —

MICHELE FALORNI

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro