Quotidiani locali

L’esperienza di Lorenzi al servizio dei biancoblù

Ex calciatore e mister di Antignano, Castelnuovo e Palazzi-Monteverdi Dovrà riportare il Rosignano in Prima Categoria puntando sui giovani

ROSIGNANO. Il Rosignano Sei rose ha scelto l’allenatore.

E’ Daniele Lorenzi, conosciutissimo nel Livornese e nel Pisano per il suo passato di giocatore e di tecnico. Grandissima esperienza, la sua, nelle squadre giovanili come pure in categoria, per cui la scelta della dirigenza biancoblù calza a pennello.

Lorenzi cominciò a giocare nel San Marco Pontino, squadra di rione. Nel 1976 approdò a Rosignano, elemento di spicco negli allievi Regionali guidati da Mario Bulli. Fu quindi la volta degli Juniores e degli Under 20, allenatore Luigi Monti. Conclusa la trafila delle giovanili, ebbe esperienze in categorie dilettanti con Cenaia, Latignano, Vada, Picchi Fabbricotti, Labrone e Pro Livorno. Nell'ultimo periodo di calciatore iniziò ad allenare con gli Allievi del Labrone. Successivamente fu la volta dell’Armando Picchi come assistente nella formazione degli Juniores regionali.

Poi passò alla sua vecchia società San Marco Pontino, dove guidò per due stagioni gli Juniores e per una la squadra di Terza categoria. Seguì il ritorno al Labrone quando collaborava con il Rosignano: al primo anno fu assistente negli allievi Regionali, con cui vinse il campionato.

Quindi passò ad allenare i ragazzi dell'’85: successo nel campionato provinciale Allievi acquisendo il diritto a fare i Regionali. In quel periodo la squadra era composta da ragazzi di Livorno e di Rosignano e tanti di loro hanno poi giocato nella formazione maggiore in Promozione. Dopo la separazione con il Rosignano, arrivò la panchina degli Juniores del Labrone Guasticce (2003). L'anno dopo il trasferimento ad Antignano; lì iniziò con gli Juniores regionali per poi esser chiamato a metà campionato a guidare la formazione maggiore in 1ª categoria: era l’anno 2004. Nella stagione seguente ancora ad Antignano: successo in Coppa Toscana e conseguente salto di categoria in Promozione. Dal 2006 al 2008 la carriera di tecnico la proseguì a Riparbella in 2.a categoria e nel 2009 a Bolgheri.

Nel 2010, stavolta a Castelnuovo, passaggio

di categoria dalla 3ª alla 2ª. Venne quindi chiamato a Monteverdi Marittimo dove rimase 3 anni (dal 2011 al 2013) perdendo la finale per la categoria superiore. Dopo la fusione tra Monteverdi e Palazzi ha allenato con alterne fortune fino al 2016.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro