Quotidiani locali

Buca del Gatto deve lottare sul parquet c’è l’Omegna

Penultima partita di stagione, appuntamento stasera alle 18 al PalaPoggetti  La squadra di Montemurro chiamata a combattere contro la capolista

CECINA. Penultima giornata di stagione regolare per la Buca del Gatto Cecina. Il cliente che scenderà in campo questa sera sul parquet del PalaPoggetti è di quelli scomodi: la capolista Fulgor Paffoni Omegna. I numeri di Omegna, squadra che per il secondo anno consecutivo punta al salto di categoria, la dicono lunga sulla stagione dei piemontesi. 24 vittorie in 28 partite giocate. Quarto miglior attacco del girone con 2087 punti segnati e miglior difesa con 1746 punti subiti. Ben 192 in meno della second miglior difesa che è quella di Montecatiniterme insieme a Borgosesia. Insomma, un biglietto da visita niente male per una squadra che non è ancora sicura del primo posto e che arriverà a Cecina con la voglia di lottare per evitare l’eventuale aggancio della Fiorentina in caso di vittoria su Legnano. Una partita vera dunque, nella quale al valore tecnico della squadra, si aggiunge anche una componente umana importante che, come spesso accade, potrà dare motivazioni e punti extra alla formazione di coach Ghizzinardi. Torneranno, infatti, insieme sul parquet del PalaPoggetti Francesco Fratto e Giovanni Bruni. Due simboli del Basket Cecina che si sono ritrovati a Omegna (Bruni è arrivato in inverno dopo aver iniziato la stagione a Barcellona Pozzo di Gotto) e che con medie punti e valutazioni importanti stanno trascinando la squadra piemontese da capolista ai play-off di serie B. Il numero 4, da due stagioni alla Fulgor, gioca regolarmente oltre 20 minuti e viaggia con una media di 8,7 punti a partita, 5,9 rimbalzi e un ottimi 53% da 2. Fratto, inoltre, oltre al suo valore in campo, nel giro di due anni si è fatto apprezzare per il suo temperamento, diventando una delle icone della squadra piemontese. Bruni, invece, è arrivato nel mercato invernale e in 13 partite giocate, con 25,6 minuti di media, è il quarto miglior marcatore con 10 punti a partita, 55% da 2 e 39 da 3. La solita garanzia in termini di punti e assist visto che distribuisce regolarmente 2,5 servizi vincenti ai compagni. Proseguendo con la rosa della Paffoni, il miglior marcatore è Marco Arrigoni. Oltre a essere il giocatore più utilizzato con quasi 32’ è il pericolo numero 1 in avanti con i suoi 13,5 punti a partita. Alle sue spalle, Alex Simoncelli con 12,5 punti di media e il 41% da fuori area che ne fanno il miglior tiratore da 3 della squadra. Ghizzinardi riesce a distribuire in modo molto equo il minutaggio tra i suoi giocatori. Sono ben 9 infatti gli uomini che vengono impiegati per oltre 20’ di media a partita. Un elemento tipico delle squadre che puntano a obiettivi importanti e che, sicuramente, sarà comodo a Ghizzinardi nell’imminente fase dei play-off quando le partite saranno ravvicinate. La gara, dunque, si preannuncia difficile ma assolutamente non impossibile. Già nel match di andata la squadra di Montemurro aveva dato del filo da torcere ai piemontesi e proprio un break di Fratto sul finale della partita aveva cambiato l’inerzia in favore di Omegna che poi ha vinto con 6 lunghezze di vantaggio. In casa Basket Cecina, la settimana è scorsa regolarmente. La squadra di Montemurro dopo la vittoria a Moncalieri si è allenata con intensità, preparando nei

minimi dettagli una sfida che in ottica play-off diventa fondamentale. Fare lo sgambetto alla capolista, infatti, significherebbe altri due punti, una possibile scrematura al gruppone delle contendenti alla 6°, 7° e 8° piazza e un altro passo decisivo verso i play-off. (m.a.)

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik