Quotidiani locali

donoratico 

La batosta a Livorno avvicina i playout

Prova deludente degli amaranto, ora coinvolti nella lotta salvezza 

DONORATICO. Dopo la sconfitta di Livorno lo spettro dei playout appare molto concreto. Le ultime cinque squadre in classifica hanno perso tutte, mentre le altre, se pur a piccoli passi si stanno allontanando sempre di più dalla zona calda. Mancano 10 gare alla fine del campionato e il margine comincia ad essere preoccupante, anche perché sconfitte come quella che il Donoratico ha collezionato contro Il Sorgenti lasciano il segno. Era una partita dal pronostico chiuso è vero, ma ci si aspettava una prova d’orgoglio e un po’di combattività in più visto i tanti livornesi che militano in maglia amaranto per i quali si trattava di un derbyssimo. Invece i ragazzi di Bani sono stati arrendevoli e incapaci di contenere le sfuriate dei livornesi che hanno chiuso il primo tempo già in vantaggio per 4 a 0. Un unico sussulto sull’1 a 0 per il Sorgenti quando Roffi si è letteralmente mangiato un gol già fatto, ma l’impressione è stata che si sia trattato di un episodio casuale, perché la squadra di casa si era dimostrata padrona assoluta del campo. Scampato il pericolo infatti in rapida successione i labronici hanno raddoppiato e poi triplicato chiudendo il match. Nella ripresa i molti cambi rendevamo il Donoratico un po’più intraprendete. Nonostante l’espulsione di Nucci gli amaranto colpivano un palo con Mimini e segnavano il gol della bandiera con un colpo di testa di Spigoni prima di subire la “manita” a tempo scaduto. Difficile rialzare la testa dopo un passivo così pesante, con un calendario impietoso che nelle prossime due giornate metterà di fronte a Carducci e compagni altre due squadre di testa, il San Donato e il Cecina. Però è nei momenti difficili come questo che bisogna fare quadrato e stringere le

maglie della squadra. Bisognerà lottare fino in fondo, sopratutto per evitare di perdere troppa fiducia e prepararsi ad un finale di stagione che probabilmente avrà un appendice. Quindi nervi saldissimi, non mollare e poi i conti si faranno alla fine.

Giorgio Creatini

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon