Quotidiani locali

La settimana nera del Basket Cecina

SuperSpera non basta, a Pavia finisce con un ventello

PAVIA. Non riesce più a vincere la Buca del Gatto Basket Cecina. Dopo uno scintillante avvio di torneo, con tre vittorie nei primi quattro incontri, sul parquet della Winterass Omnia Pavia arriva il terzo stop consecutivo per la banda di coach Montemurro.

Tre impegni in sette giorni, come previsto dal calendario della Serie B, si sono trasformati in una montagna troppo difficile da scalare per Cecina. Forse ancora fin troppo scottati dalla sconfitta in volata di mercoledì sera nel derby contro San Miniato, la Buca del Gatto non riesce a mettere in campo la giusta grinta e l'intensità necessaria per avere ragione di un avversario solido e quadrato. Positivo è che adesso Montemurro avrà sei giorni a disposizione per riflettere su quanto fatto in questa settimana terribile e lavorare al meglio in vista della trasferta di Empoli di sabato sera.

Nulla ha potuto la compagine rossoblu contro il trio Samoggia-Infanti-Mazzantini. Pavia ha giocato una partita da applausi su entrambi i lati del campo. Per Cecina grande prestazione di Spera, da segnalare la quasi doppia-doppia di Salvadori.

Si comincia e Infanti e De Min vanno a segno per il 5-0 pavese in meno di un minuto di orologio. Spera cerca di infondere coraggio ai suoi, ma è il più classico dei fuochi di paglia. Per oltre cinque minuti Cecina non muove il proprio punteggio sul tabellone, trovando poco supporto sia da dentro che da fuori l'area pitturata. Al contrario, Pavia vede il canestro grande come una vasca da bagno e in men che non si dica scappa sul 15-2.

Servono due punti di Salvadori per interrompere la carestia offensiva degli uomini di Montemurro.

Nel secondo quarto lo script della partita si capovolge di 180 gradi. Cecina, spinta dalle conclusioni a bersaglio di Spera e Biancani, ricuce possesso dopo possesso il divario, fino a tornare in singola cifra di svantaggio (21-13 al 22').

Poco prima dell'intervallo una nuova accelerata della Winterass spedisce lontano Gigena e compagni. Un sonoro 8-0 di parziale, chiuso dalla tripla di Samoggia (già in doppia cifra all'intervallo assieme a Infanti), regala il +18 ai padroni di casa.

All'intervallo è 39-23 per Pavia. L'unica nota positiva per Cecina è Spera, 4/4 al tiro nei primi 20', mentre a Gigena mancano i panni di SuperMario. L'italoargentino non punge nella metà iniziale dell'incontro, fermandosi a un timido 1/6 e soli 2 punti a referto. La scelta di Pavia di intasare l'area e lasciare i tiratori cecinesi con spazio si rivela efficace, come dimostra l'1/7 dalla grande distanza.

All'uscita dagli spogliatoi, purtroppo per Cecina, la musica non cambia. La difesa lombarda è asfissiante, l'attacco gira a mille all'ora senza dare punti di riferimento a una Buca del Gatto che non riesce a fermare
la veemenza dei rivali. Sotto di 23 (50-27 al 33'), ancora una volta Spera, in versione ultimo dei combattenti, cerca di tenere in vita Cecina. Ma di là Samoggia non ha pietà e il suo gioco da tre punti, canestro più tiro libero aggiuntivo, vale il 61-35 al 38'.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista