Quotidiani locali

Colli Marittimi arriva un punto ora devono battere il Fabbrica

Coppa Toscana: l’undici di Ciricosta ci prova con Pashja e Medi ma non passa a Lajatico Castiglioncello fermato dal maltempo nella sfida di Campiglia con il Venturina

ROSIGNANO. Concluso anche il secondo round della Coppa Toscana di Prima categoria.

Nel girone 9 a riposo il Rosignano dopo il pareggio dell’Ernest Solvay con il Castiglioncello, quest’ultimo due giorni fa avrebbe dovuto incontrare il Venturina al campo sportivo di Campiglia Marittima, visto che i biancocelesti di mister Riccardo Venturi avevano lo stadio Santa Lucia indisponibile per la concomitanza di un torneo giovanile. Ma le sfavorevoli condizioni atmosferiche non hanno consentito che la partita venisse disputata. L’arbitro Matteo Tofacchi di Livorno a ridosso dell’orario stabilito per l’inizio sembrava tergiversare un po’, dopodiché è entrato in campo con i due capitani ed ha constatato che in diversi punti del rettangolo di gioco la palla non rimbalzava, cosicché ha deciso che la gara dovesse giocoforza essere rimandata.

E forse il tutto sarà spostato di una settimana. Il 20 settembre ci doveva essere il turno conclusivo, invece probabilmente sarà per mercoledì 27. Ed il 20, andando sempre per ipotesi, è facile che siano di fronte Castiglioncello e Venturina invece di Rosignano e Venturina.

Nel girone 8 invece i Colli Marittimi, all’esordio in Coppa, hanno regolarmente giocato a Lajatico. Dove è emerso un risultato a occhiali. Cosicché se il 20 settembre i Colli pareggiassero con il Fabbrica sarebbe quest’ultimo a passare, in virtù del successo (3-0) conseguito a spese del Lajatico; in caso di vittoria, invece, i biancoblù di Franco Ciricosta acquisirebbero il diritto a proseguire il cammino nell’importante torneo regionale.

Tornando al match di domenica scorsa, entrambe le contendenti hanno avuto le loro opportunità per passare. In un terreno dove era difficile giocare. La pioggia non è mai cessata per tutto l’arco dell’incontro. E sono stati gli ospiti, più tecnici, ad accusare maggiormente il fatto di dover calcare un campo molto pesante, e per di più di dimensioni ridotte. Alla fine della gara, piuttosto equilibrata, il pareggio è risultato giusto, anche perché i padroni di casa, sebbene inferiori tecnicamente, la loro onesta partita l’hanno pur fatta.

I Colli Marittimi sono stati pericolosi soprattutto nel primo tempo, dove ci hanno provato con Pashja ed il giovane Medi.

Nella ripresa, con tante palle lunghe
perché lì più di tanto non si poteva giocare, da ricordare il tiro di Tantone all’altezza del dischetto, con la palla che ha preso in pieno la schiena di un avversario. Un pari insomma per la squadra collinare, certamente non adatta a quei campi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie