Menu

Match perfetto, Pagliara strappa il titolo

Il pugile cecinese si è laureato campione italiano davanti al suo pubblico battendo in dieci round il napoletano Cipolletta

CECINA. Jab e gancio, due colpi per la vittoria: Floriano Pagliara è il nuovo campione italiano dei pesi superpiuma. Un match, quello contro il napoletano Nicola Cipolletta, in bilico durante le prime riprese ma che Pagliara è riuscito a mettere nella giusta direzione e a raggiungere l'impresa, quella di portare per la primissima volta nella storia il titolo di campione italiano di pugilato a Cecina. Quel titolo sembrava stregato, quando a gennaio Pagliara venne battuto a Torino da Andrea Scarpa. Sicuramente la tensione c'era, ma stavolta lui, Floriano, “l'italiano”, non ha sbagliato niente. Già dall'ingresso sul ring gli occhi lasciavano intuire una sicurezza da campione e una determinazione dimostrata anche sul ring. Spinto da Don Saxby, il suo trainer che si è sempre fatto sentire durante tutte le 10 riprese, ha consigliato al suo pugile di colpire al corpo e di usare il jab, visto che Floriano sin dai primi secondi si è dimostrato più veloce del suo avversario. Le prime due riprese, sostanzialmente di studio, hanno visto un Pagliara controllare la situazione, incrociando tantissime volte lo sguardo con il suo angolo per poi riconcentrarsi su Cipolletta, colpito con montante-gancio. Nel terzo round Pagliara cerca di prendere le redini del match, schivando molti colpi dell'avversario, mentre nel quarto è Cipolletta che si riporta prepotentemente in avanti in stile rissa, quello che Don Saxby voleva evitare proprio per sfruttare la velocità di Floriano. La svolta arriva nella quinta e nella sesta ripresa, con Pagliara comincia a lavorare al corpo il giovane avversario (classe 1988) e riesce a piazzare in fila tre ganci e una serie di diretti che risultano decisivi ai fini del punteggio finale: gli occhi di Floriano, rivolti verso il pubblico, sono pieni di una calma da campione. Il boxeur napoletano Cipolletta però si rende pericolosissimo nella settima e soprattutto nell'ottava ripresa, chiudendo alle corde Pagliara, che comincia ad accusare la stanchezza e a muoversi meno al centro del ring. È stato però il pubblico a dare nuova linfa al pugile cecinese, che spinto prepotentemente dalla sua gente è riuscito a tenere nelle ultime due riprese portando al volto dell'avversario dei colpi potentissimi. Colpi che hanno finalmente portato sul trono italiano Floriano Pagliara e con lui tutta la città di Cecina che gli è sempre stata vicina. È arrivato invece un pareggio per il dilettante Alessio Mastromatteo, che ha incrociato i guanti con Giuseppe Calabrese della Accademia pugilistica Ugo Schiano di Pistoia. Il giovane cecinese, portacolori della Uppercut Boxing, ha disputato un ottimo match,

contro un avversario esperto che ha dato del filo da torcere. Dopo una prima ripresa equilibrata, nel secondo round Mastromatteo riesce a mettere in difficoltà Calabrese ma non riesce a chiudere alcuni colpi che avrebbero sicuramente dato una svolta all'incontro.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare