Cecina - controlli per contrastare il fenomeno dell’abusivismo commerciale.

La problematica emersa nel recente Comitato Provinciale per l'Ordine e Sicurezza Pubblica svoltosi a Cecina per cui la Questura di Livorno in data 06 luglio 2017 predisponeva un servizio preventivo in località Marina di Bibbona.

Durante la stagione estiva, nel territorio comprendente la fascia costiera dei comuni tra Cecina e Castagneto Carducci si assiste ad un aumento del fenomeno dell'abusivismo commerciale, spesso alimentato dalla messa in vendita di oggetti con marchi contraffatti o in violazione dei diritti d'autore.

Tale problematica è emersa anche nel recente Comitato Provinciale per l'Ordine e Sicurezza Pubblica svoltosi a Cecina per cui la Questura di Livorno in data 06 luglio 2017 ha predisposto un servizio preventivo in località Marina di Bibbona per contrastare l'abusivismo commerciale.

Il servizio, coordinato dal Comm.to P.S. di Cecina, è stato eseguito nella mattinata odierna, nella predetta località, da personale dipendente congiuntamente a militari della Tenenza Guardia di Finanza di Cecina e del Comando Stazione Carabinieri di Bibbona, nonché personale del Comando Polizia Municipale di Bibbona

Durante il servizio è stato identificato un cittadino extracomunitario di nazionalità senegalese in possesso di oggetti ( teli e foulard) per la vendita al dettaglio. Lo stesso, sprovvisto di titolo abilitativo alla vendita, veniva sanzionato amministrativamente e il materiale posto sotto sequestro. Il predetto non in regola con le norme del soggiorno veniva notificato decreto di espulsione dal Territorio nazionale-

Ulteriore attività posta in essere nelle pertinenze della pineta di Marina di Bibbona permetteva di individuare un cittadino di probabile origine senegalese che alla vista degli agenti operanti si dava a precipitosa fuga lasciando al suolo nr.2 sacchi contenenti oggetti contraffatti ( nr.,185 occhiali e relative custodie) che venivano sequestrati.

Infine, nei pressi del dismesso stabilimento balneare denominato 'leonardo' veniva individuato un cittadino extracomunitario che tentava la vendita di accessori di abbigliamento ad alcuni bagnanti, a seguito della richiesta di esibire i titoli abilitativi all'attività di commerciante, il predetto si allontanava frettolosamente dal luogo non permettendo di raggiungerlo anche per non creare pericolo agli occupanti della spiaggia. Nella circostanza, l'uomo, lasciava sulla spiaggia un borsone contenente nr.23 borse con marchio contraffatto, borse che venivano sequestrate. Nella medesima località veniva controllato un cittadino di origine marocchina che tentava la vendita in modo itinerante di capi d'abbigliamento non avendone l'autorizzazione, lo stesso veniva sanzionato ai sensi dell'art.104 comma 4 della R.L.28/2005.-

Ulteriori analoghi servizi, che vedranno la partecipazione di tutte le forze dell'ordine presenti sul territorio, saranno predisposti durante il proseguo della stagione estiva.

Il contenuto e’ stato pubblicato da Questura di Livorno in data 07 luglio 2017. La fonte e’ unica responsabile dei contenuti.
Distribuito da Public, inalterato e non modificato, in data 07 luglio 2017 10:05:16 UTC.

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro