Quotidiani locali

Federico Giusti è arrivato primo alla sfida sportiva nelle vie della città ma non è bastato per portare a casa il prestigioso trofeo  

Il rione Campaciocchi si aggiudica la gara ma il Palazzi è campione per la settima volta

la sfidaCon il tempo di 10 minuti e 29 secondi, Federico Giusti del rione Campaciocchi vince la corsa, ma non la Targa. Che, grazie alla prestazione della squadra gialloverde, torna un’altra volta a...

la sfida

Con il tempo di 10 minuti e 29 secondi, Federico Giusti del rione Campaciocchi vince la corsa, ma non la Targa. Che, grazie alla prestazione della squadra gialloverde, torna un’altra volta a Palazzi, la cui festa scoppia in corso Matteotti qualche minuto prima delle otto di sera, appena l’ex direttore sportivo Francesco Gori e la voce di Radio Stop Roberto Giannoni annunciano i risultati dal palco.

Sette sono le volte in cui, dal 2012, il prestigioso trofeo viene chiuso nella bacheca dal presidente Stefano Spagna. Al secondo posto si è piazzato non a caso il palazzetano Curzio Pulidori (10’35”) e al terzo Talla Diop (10’53”, Casine). La gara di ieri pomeriggio è stata entusiasmante. Giusti, Pulidori, Talla e altri hanno comandato il gruppo dal primo giro, cambiando passo non appena gli avversari si avvicinavano. Siccome non è una competizione a staffetta, serve il contributo di tutti per strappare il successo. A un passo dal podio, quarto, Andrea Capretti, che di Targhe ne ha vinte 13 ed è tornato perché ha visto quanto i suoi compagni hanno lavorato. Se non ci ripensa, non correrà più. Lui e Claudia Dardini, campionessa conclamata, erano tra i più temuti, ma il tempo passa e la concorrenza aumenta, secondo lo spirito che alimenta la manifestazione. Al via, due ali di folla entusiaste hanno incoraggiato i podisti. «Sono contentissimo – ha detto il presidente Alessandro Regoli – perché è meraviglioso vedere il centro della nostra città pieno di gente arrivata per assistere alla sfilata e alla corsa. Ringrazio l’amministrazione comunale, che abbiamo ripagato con queste due domeniche e gli spettacoli serali durante tutta la settimana, e i carristi, il cui impegno è sempre grande». Con Regoli erano presenti il sindaco di Cecina Samuele Lippi e il vice Giovanni Salvini, oltre al consigliere delegato allo sport Mauro Niccolini. I giudici Valerio Cecconi e Antonio Zaimbri hanno seguito le operazioni insieme alla società Cronorun che ha certificato in via ufficiale l’ordine di arrivo. Questa è la classifica dei rioni: 1° Palazzi con 144 punti, 2° Casine (107), 3° Campaciocchi (96), 4° Marina (89), 5° Palazzaccio (86), 6° Ponte (78), 7° Stazione (30). Al momento in cui, nei cinque giri complessivi, i protagonisti della sfida sul circuito cittadino

sono transitati sotto all’arco dell’arrivo, sono scattati gli applausi. L’anno passato vinse Pulidori in 10’42”, ma Giusti ha abbassato il tempo di 13 secondi. Una prestazione che conferma come l’agonismo e la preparazione facciano ancora la differenza. —

M.F.

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro