Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Sono oltre 300 i bambini fino a sei anni non in regola con le vaccinazioni

Un bambino mentre viene vaccinato (foto d'archivio)

Corrispondono a circa il 10 % del totale. I dirigenti scolastici: «Su questo tema resta ancora troppa confusione»

CECINA. Trecentotrentaquattro. Ecco il numero dei bambini di età compresa tra zero e sei anni che, al momento, non risultano in regola con gli obblighi vaccinali. Il dato, fornito dalla Asl, si basa sui registri dell'anagrafe vaccinale della Regione Toscana, comprende la popolazione di dieci Comuni e riguarda tutti i bambini del territorio, sia quelli iscritti al nido e alla scuola dell'infanzia sia quanti, d'altra parte, non risultano aver ancora intrapreso tale percorso. «I numeri non ci preoccupano - commenta Alberto Tomasi, direttore dell'Igiene e sanità pubblica dell'azienda Usl Toscana nord ovest - Gli inadempienti, a livello provinciale, non sono molti e risultano spalmati sul territorio.

Le famiglie, inoltre, sono sempre in tempo per porre rimedio». La legge Lorenzin parla di dieci vaccinazioni obbligatorie, le quali costituiscono uno dei requisiti per l'ammissione dei bambini all'asilo nido e alle scuole dell'infanzia. Chi non è vaccinato, cioè, non può entrate a scuola. È possibile, d'altra parte, presentare un'autocertificazione. Una dichiarazione, quest'ultima, la cui utilizzabilità è garantita da una circolare ministeriale, che, d'altra parte, può essere sottoposta a controlli di veridicità.Il resto è cronaca recente, tra cancellazioni, reintroduzioni ed emendamenti vari, aventi come sfondo il decreto milleproroghe. La situazione, insomma, è tutt'altro che chiara. Tale è quanto meno percepita dai dirigenti scolastici.

Tutti i numeri Comune per Comune. Per quanto riguarda il numero dei bambini di età compresa tra 0 e 6 anni non vaccinati, a Cecina ne risultano 109 (circa il 10% del totale), a Rosignano 113 (10%), a Castagneto Carducci 30 (8%), a Bibbona 15 (10%), a Casale 2 (4%), a Montescudaio 14 (10,5%), a Riparbella 6 (9,5%), a Santa Luce 14 (24%) a Castellina 4 (5%) a a San Vincenzo 27 (14%). Per un totale di 334 bambini non vaccinati, corrispondenti al 10% del totale, alcuni dei quali sicuramente iscritti a scuola.

Per le scuole c'è poca chiarezza. «Gli alunni che non hanno presentato la documentazione corretta per le scuole comunali sono 5 - dice Veronica Moretti, assessora all'Istruzione di Rosignano - Manterranno il posto nei nostri servizi, ma non potranno frequentare fino a che la loro posizione non sarà regolarizzata». Una considerazione simile è stata espressa anche da Giovanni Salvini, assessore all'Istruzione di Cecina. «I bambini non in regola per ora risultano 4 - dice - E chi non è vaccinato non viene ammesso. Accetteremo, d'altra parte, l'autocertificazione». Un'opzione, quest'ultima, spesso condivisa anche dai dirigenti delle scuole statali, come conferma Carmine Villani, preside del circolo didattico Collodi. Autocertificazioni, obbligo, documenti. Una situazione, quella relativa alle vaccinazioni dei bambini, che, comunque, rimane «confusa - afferma Teresa Scognamiglio, dirigente del 1° e 2° circolo didattico di Rosignano - Aspettiamo precisazioni. Senza chiarimenti tenderei ad astenermi dal prendere decisioni»