Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

La promessa del depuratore che è atteso da più di 30 anni

Presentato l’accordo di programma tra Comune e gestore del servizio Asa Spa L’impianto sarà realizzato entro il 2021 con un investimento di 1,3 milioni euro

guardistallo

Atteso da più di trent’anni adesso se ne annuncia la costruzione. C’è il progetto concordato tra Comune di Guardistallo e gestore del servizio idrico integrato Asa Spa e anche una data indicativa. Entro il 2021 stando all’accordo sottoscritto tra Comune e Asa Spa sarà messo in marcia il depuratore con un investimento di 1,3 milioni di euro.

Il progetto è stato illustrato nel corso di un’assemblea pubblica che si è tenuta nel pomeriggio del 30 luglio nella sala consiliare del comune di Guardistallo. Un incontro pubblico organizzato proprio per illustrare il progetto del nuovo depuratore e il completamento della rete fognatura di raccolta dei reflui.

Un buon numero di cittadini ha partecipato a questo momento di confronto, voluto dal sindaco di Guardistallo Sandro Ceccarellli e a cui hanno preso parte i vertici dell’azienda Asa. Nell’occasione i vertici della società a cui fa capo la gestione del servizio idrico integrato hanno avuto modo di condividere il percorso progettuale in programma e sottolineare l’importanza strategica di tale investimento che è nell’ordine di 1, 3 milioni di euro. «Una dimostrazione di una costante attenzione che l’azienda ha nei confronti del territorio in cui opera per migliorare la qualità del servizio e tutelare l’ambiente», dice il sindaco Ceccarelli. Che sottolinea: «Il comune di Guardistallo aspetta la costruzione del depuratore dal 1985 e grazie al lavoro di questa amministrazione è stato possibile trovare una soluzione concreta per dare una risposta ai cittadini, che attendevano questa opera da molti anni». E prosegue: «Un progetto studiato nel dettaglio con Asa per individuare la migliore ubicazione dell’impianto, allo scopo di ridurre l’impatto visivo, ambientale e garantire la massima funzionalità».

L’amministratore delegato di Asa Ennio Trebino sottolinea che «per la realizzazione di progetti ambiziosi come quello presentato durante l’incontro è fondamentale lavorare in sinergia con le amministrazioni comunali, per portare avanti gli investimenti previsti dal piano operativo e dotare i nostri clienti di infrastrutture all’avanguardia». Sul fronte tecnico è il dirigente Asa responsabile del settore Reti fognarie e depurazione Michele Del Corso a chiarire che «con la realizzazione della nuova infrastruttura, che sarà pronta entro il 2021, sarà possibile dotare il comune di Guardistallo di un moderno sistema di depurazione, in grado di servire l’intero agglomerato urbano ed eliminare definitivamente gli scarichi liberi in ambiente». —