Quotidiani locali

Surfista di 12 anni salva la vita ad un turista che rischia di annegare - Video

L'episodio alle Spiagge bianche, protagonista un baby surfista livornese che racconta il salvataggio

Spiagge bianche, bambino eroe salva un bagnante in difficoltà Tancredi Mazzei, livornese di 12 anni, è il protagonista di un salvataggio in mare alle Spiagge bianche. Grazie alla sua tavola da surf ha aiutato un turista di 35 anni in difficoltà nel mare agitato (video a cura di Camilla de Fazio) - L'ARTICOLO

VADA. Soltanto quando tutto è finito ha capito di aver salvato una vita. Prima, in mezzo al mare, ha pensato solo a nuotare per portare quell’uomo il più vicino possibile alla riva. Tancredi Mazzei, dodici anni, di Livorno, ha mostrato un grande coraggio. Ieri pomeriggio era alle Spiagge Bianche con la sua famiglia e stava facendo surf tra le onde. Ha sentito i bagnini fischiare e, da buon conoscitore delle regole del mare, ha capito che stava succedendo qualcosa. «Mi sono girato verso la riva - racconta il ragazzo - e ho visto che i bagnini non solo fischiavano, in segno di allarme, ma indicavano anche nella mia direzione».

AUDIO. Il salvataggio nel racconto del bambino

Livorno, surfista 12enne salva un uomo che sta annegando: ''L'ho fatto salire sulla tavola e l'ho portato a riva'' Era andato a fare surf alle spiagge bianche di Vada, in provincia di Livorno, e ha salvato un turista che stava per annegare, dopo aver avuto un crampo. L'eroe di questa vicenda ha soltanto 12 anni. Il suo nome è Tancredi Mazzei. Intervista di Yuri Rosati - Radio Capital

Tancredi non era in difficoltà, è abituato a muoversi tra le correnti marine insieme alla sua tavola. Ma ha capito subito che quel fischio acuto era un segno di allarme da prendere sul serio. «Mi sono girato - prosegue - e ho guardato verso il mare, più al largo. Allora ho visto un uomo che a una ventina di metri da me stava agitando le braccia e gridava, chiedendo aiuto. L’allarme era per lui». Così il 12enne, senza pensarci troppo, ha girato la sua tavola e velocemente si è diretto verso il largo. «Ho raggiunto quel signore - ricorda Tancredi - e l’ho fatto appoggiare alla mia tavola. Mi ha detto che aveva un crampo, era spaventato e poi non mi sembrava un bravo nuotatore».

Così il 12enne è tornato verso la riva, spingendo la tavola a cui era aggrappato il bagnate, un turista straniero di 35 anni. «Quando siamo arrivati vicino alla spiaggia - dice ancora Tancredi - mi ha ringraziato tante volte, poi sono arrivati i bagnini e lo hanno aiutato loro». Per il turista tanta paura ma nessun problema particolare, e per Tancredi un’esperienza di cui andare orgoglioso. «All’inizio - conclude - ho avuto paura di sbagliare qualcosa, magari quel signore poteva farsi male. Poi però per me è stata proprio una bella soddisfazione»

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro