Quotidiani locali

assemblea a castellina 

In arrivo specialisti all’ambulatorio medico aperto alle Badie

Un anno di lavoro della giunta: progetto per un depuratore Nenci: «L’anno prossimo il regolamento urbanistico»

CASTELLINA. La sala consiliare del Comune di Castellina ha ospitato l’assemblea pubblica in cui il sindaco Manolo Panicucci e la giunta hanno fatto il bilancio dopo un anno di lavoro. Presenti i rappresentanti delle associazioni e alcuni consiglieri comunali. Il primo cittadino ha spiegato che l’attività è iniziata dopo il commissariamento con l’uscita – ufficiale dal 1° gennaio 2018 – dall’Unione dei Comuni, passando così da undici funzioni a soltanto 4 condivise con Riparbella e Montescudaio, sebbene il piano strutturale, la protezione civile, l’antincendio, Via e Vas rimangano uguali per tutti. A ottobre è stato inaugurato il ludobaby nell’asilo delle Badie, rivista la viabilità e la cartellonistica stradale, acquistata la telecamera mobile per verificare se auto e moto sono in regola con bollo e assicurazione, curato il verde, il campo sportivo, la palestra e il teatro. Per quanto riguarda la periferia, al Malandrone si progetta un depuratore per lo smaltimento delle acque e alle Badie è stato inaugurato a marzo un ambulatorio medico dove a breve arriveranno altri specialisti, senza dimenticare il bancomat che sarà reintrodotto nelle prossime settimane. Inoltre sarà costruita un’area polivalente con campo da calcio e bar. Per il capoluogo, si pensa alla riqualificazione del centro urbano e a ottimizzare la raccolta dei rifiuti. «La cultura - ha detto Panicucci - rimane un settore strategico e perciò abbiamo investito circa 30 mila euro per il cartellone estivo».

Il vicesindaco Alessandro Nenci ha sottolineato che il 2019 sarà nevralgico, in quanto l’amministrazione lavorerà al regolamento urbanistico decidendo il futuro del comprensorio per i prossimi 10 anni. «L’obiettivo è rendere ancora più effervescente il territorio, stabilendo un nuovo rapporto tra Palazzo civico e cittadini ». L’assessore al sociale Fulvia Vetturini ha concluso. «La situazione a livello lavorativo è difficile – ha detto – . Per quanto concerne Palazzo

Renzetti, sede della Pubblica Assistenza, il percorso di riqualificazione è iniziato nel 2012 in Regione e, dall’ottobre 2016, la struttura è di proprietà del Comune. Dopo il passaggio in Soprintendenza, il progetto è stato approvato ed a settembre inizieranno le operazioni». —

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro