Quotidiani locali

Il parco La Caletta resta chiusto

Estate senza musica e divertimento, flop della vecchia gestione e bando da rifare

CASTIGLIONCELLO. Quelle quattro sedie azzurre abbandonate come di fretta sul piccolo palcoscenico in cemento, danno l’idea di come sia oggi il parco Comunale “La Caletta”, meglio conosciuto come Parco Pasi.
A causa delle mancate “regolarizzazioni e delle inadempienze”, cosi recitava il decreto 1004 del Comune di Rosignano, è “decaduta la concessione rilasciata alla Associazione En.d.a.s. di Livorno stipulata nel 2014”. Tutto chiuso, abbandonato, franata una parte di rete che delimitava l’area feste dalla zona pubblica, in attesa di sopralluoghi da parte di vari tecnici compresi quelli dell’Azienda Sanitaria Locale. Con un occhio rivolto al domani, l’amministrazione comunale cerca di rattoppare la situazione attraverso una gestione transitoria, solo per pochi mesi, per poi indire, in autunno, un bando di gara. Il parco pubblico è aperto: giochi per bambini, cestini con sacchi dell’immondizia. Ma basta fare due passi verso le scale che portano sulla via Aurelia a Caletta, la situazione cambia aspetto. “Stiamo attendendo - spiega l’assessore alla qualità urbana Piero Nocchi - i sopralluoghi da parte dei tecnici e dell’Asl per valutare lo stato in cui è stato lasciato il bene e la sua attuale funzionalità. All’interno di quell’area c’è un bar, ci sono altri servizi. Bisogna controllare l’agibilità delle strutture, se tutto è in regola per poter riaprire il parco senza spese notevoli”.
Un primo passo, in attesa del secondo: ossia se vi sia un’associazione in grado, una volta effettuati i sopralluoghi, di poter riaprire al struttura magari solo nei mesi di luglio ed agosto.
“L’intenzione - dice Nocchi - è quella di bandire un gara in autunno”. Un parco importante per Caletta perché all’interno di quel perimetro in mezzo al verde, a due passi dal mare, ogni estate si tenevano iniziative rivolte all’intrattenimento. Solo qualche anno fa il parco Pasi, gestito dal Comitato Festa del Pesce, era un punto di ritrovo per turisti e residenti. Il cartellone estivo era pieno di iniziative, dalle sfilate di moda, alle feste dedicate al villeggiante, dalle briscolate alle serate a tema. Poi il passaggio di mano alla nuova associazione fino ad arrivare alla chiusura dell’area.
All’inizio di Luglio il parco è chiuso: “purtroppo - conclude Nocchi - non è stato un passaggio di mano semplice, abbiamo

dovuto interrompere l’assegnazione e richiede le chiavi della struttura. Un iter burocratico con passaggi e tempi precisi da rispettare. Dopo il sopralluogo, che avverrà proprio in questi giorni, potremo capire meglio se il parco potrà essere riaperto”. In attesa di una nuova gestione. —

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro