Quotidiani locali

Colpita una eccellenza agricoltori da generazioni

La famiglia Salvadori possiede oliveti tra Montescudaio, Cecina e Bibbona ed è titolare delle aziende Il Cavallino e Peperita, che hanno ricevuto svariati premi

CECINA. Quella di Romina Salvadori è una famiglia molto conosciuta, che da generazioni si occupa di attività agricole.

La famiglia è originaria di Montescudaio, dove gli antenati Pietro, Pasquino e Salvo hanno a lungo curato olivi e viti. Con il passare del tempo gli oliveti si sono ingranditi verso il mare, sino a coprire una buona parte della campagna fra Montescudaio, Bibbona e Cecina. Numerose le attività agricole che fanno capo alla famiglia, conosciuta non solo in zona ma a livello nazionale per i prodotti che immette sul mercato, grazie ai quali ha ottenuto svariati riconoscimenti. Romina Salvadori è infatti titolare dell’azienda agricola Il Cavallino, che ha sede due chilometri a sud rispetto all’azienda Alta Maremma, nel prosieguo di via del Paratino in località Case sparse nel comune di Bibbona. Proprio l’olio del Cavallino, ormai da anni, è considerato un vero “oro verde” e presentato già da alcuni anni, fra le altre, alla kermesse enogastronomica Taste di Firenze. Pur avendo una produzione limitata l'olio extra vergine "Il Cavallino" ha ammiratori in tutto il mondo. Ogni anno i turisti che lo provano sulle tavole delle nostre zone, lo portano con sé come souvenir della Toscana.

Anche Rita Salvadori, sorella di Romina, è titolare di un’azienda agricola di successo, Peperita, che ha sede nel territorio di Bibbona e produce peperoncini di grande qualità, anche questi ormai noti a livello non solo toscano. Insomma, quella dei Salvadori, a partire da Franco, padre di Rita e Romina, è una famiglia che dell’agricoltura di qualità ha fatto una ragione di vita.

Una delle aziende che fanno capo ai Salvadori è anche Alta Maremma srl, dove appunto è divampato il terribile incendio nella notte fra mercoledì e ieri. L’azienda non si occupa di produzione agricola, ma del confezionamento di olio.

Proprio Romina Salvadori, che insieme al marito è stata la prima a rendersi conto delle fiamme, spiega che «la nostra fortuna è stata che il rogo, anche grazie all’intervento tempestivo dei vigili del fuoco, non ha in alcun modo danneggiato gli edifici dove si trovano olio e macchinari. Certo il danno c’è stato, ma sono andati distrutti soltanto imballaggi.

Significa che non dovremo interrompere la nostra attività, basterà rifornirci di latte e bottiglie». Salvadori e il marito attendono che le indagini proseguano, «il capannone distrutto è stato chiuso e devono essere fatte verifiche da carabinieri e vigili del fuoco».(a.c.)

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro