Quotidiani locali

montescudaio 

Acqua e vita: gli studenti del Griselli terzi in un concorso nazionale

MONTESCUDAIO. Studenti protagonisti all’Istituto Griselli. Il lavoro della I B della scuola media Griselli di Montescudaio si è aggiudicato un posto tra i vincitori del concorso nazionale "Acqua,...

MONTESCUDAIO. Studenti protagonisti all’Istituto Griselli. Il lavoro della I B della scuola media Griselli di Montescudaio si è aggiudicato un posto tra i vincitori del concorso nazionale "Acqua, minaccia e salvezza nella Bibbia" promosso dal Miur e dall’associazione culturale Biblia. La premiazione ufficiale è avvenuta a Firenze nell’Aula Magna della Facoltà di Agraria. «Il lavoro – spiega Maurizio Marrone, docente responsabile del progetto – è un cortometraggiodal titolo “Aqua, una storia di vita”, che racconta la storia di un ragazzo straniero arrivato in Italia con mille speranze, ma si rende presto conto che vivere in una terra straniera, dover imparare una lingua e una cultura nuova può diventare una prova di vita enorme, un mare invalicabile. Le acque tranquille dell’infanzia trascorsa nella terra d’origine si trasformano in acque minacciose. Alla fine, però, accade un fatto miracoloso: le grandi acque dell’incomprensione, del pregiudizio e dell’egoismo si aprono e così si può approdare in un luogo diverso dove vivere nella fratellanza e nell’accoglienza reciproca. Le “acque tranquille” dell’amicizia saranno la Terra Promessa». Il progetto si è avvalso della collaborazione della prof.ssa Elena Callai che ha avvicinato i ragazzi al tema dell’acqua intesa come risorsa inestimabile per l’intero pianeta evidenziando il suo valore sociale, storico e culturale. Il tema dell’acqua è così servito per un importante momento di educazione alla solidarietà, al consumo equo e responsabile. «Il lavoro audiovisivo realizzato – continua Marrone – è una attualizzazione del racconto dell’Esodo e vuole evidenziare il doppio significato dell’acqua, secondo il pensiero biblico; da una parte è simbolo di purificazione, amore e vita, dall’altra riveste un’accezione negativa soprattutto quando sono rappresentate le “grandi acque” come quelle del Mar Rosso». La commissione si è così espressa nel conferire il terzo premio: «Il lavoro racconta la storia di un percorso di solidarietà e accoglienza vissuto dalla classe; si trasmette un forte messaggio di accoglienza, amore e amicizia in un momento così difficile nei confronti dello “straniero”. Si racconta la storia di un alunno che, venendo da un paese straniero, ha attraversato metaforicamente il suo “abisso di solitudine”; ma le acque della diffidenza si sono aperte in un abbraccio

di solidarietà e amicizia». Le scuole partecipanti sono state 198 provenienti da ogni parte d’Italia. Questo dà ancora più valore all'impresa compiuta dagli studenti del Griselli che vincono per il secondo anno consecutivo. All'iniziativa hanno collaborato alcuni studenti della I A.

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro