Quotidiani locali

«Fiume Fine in piena» ma era un’esercitazione

Aperte le paratoie della diga di Santa Luce, guadi chiusi per sicurezza Tanti i curiosi lungo le strade per assistere al passaggio dell’acqua nell’alveo

ROSIGNANO. Una volta che sono state abbassate le paratoie del lago, l’acqua è defluita lungo l’alveo del fiume Fine, causando una piena. Si è regolarmente conclusa nel pomeriggio di ieri l’operazione straordinaria di verifica della funzionalità dell’impianto. L’operazione, richiesta dall’Ufficio dighe del ministero dei Trasporti, ha portato una piena straordinaria di medie dimensioni del fiume Fine, con la chiusura dei guadi a valle del fiume.

La società Solvay, proprietaria dell’impianto, ha coordinato le attività di concerto con i Comuni di Rosignano Marittimo, Santa Luce e Castellina, il cui territorio è infatti interessato dal passaggio del fiume. Le operazioni sono partite intorno alle 10, quando è stata effettuata l’apertura graduale delle paratie che hanno lasciato fuoriuscire l’acqua, in una quantità inferiore al limite di sicurezza individuato dalle autorità competenti.

Come previsto, l’acqua ha cominciato a scendere a valle, riempiendo il letto del fiume Fine. Numerosi i cittadini che si sono riuniti in capannelli all’altezza dei numerosi guadi che, dalle coline fino a valle, attraversano l’alveo del Fine, curiosi di capire il funzionamento degli impianti e di osservare il passaggio della piena.

Pur essendo la durata delle operazioni di apertura e chiusura delle paratie di fondo del lago di Santa Luce

limitata a circa mezz’ora, il processo è proseguito alcune ore durante le quali l’acqua del lago si è riversata a valle. Come indicato dalla procedura le operazioni di abbassamento delle paratoie sono terminate dopo circa mezz’ora e la piena del Fine ha seguito il percorso previsto.

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro