Quotidiani locali

Vai alla pagina su Toscana economia
Ex Lido,  svolta L’impresa Src per la rinascita
l'edificio

Ex Lido, svolta L’impresa Src per la rinascita

La società cecinese ha acquistato l’immobile «Nel 2019 apriremo i primi tre piani della Rta»

CECINA. Dalla convalida al saldo del prezzo. Si perfeziona la svolta nella tormentata vicenda dell’ex hotel Lido. Sotto il cappello della SRC Srl, di cui è amministratore Federico Fulceri, prende corpo la soluzione per dare gambe al progetto di residenza turistico alberghiera (Rta) sulle ceneri dello storico hotel demolito agli inizi degli anni duemila. Della compagine, costituita appositamente per questa avventura, che si è aggiudicata la vendita senza incanto presso il Tribunale di Firenze dell’immobile, la cifra sborsata è di 1.085.000 euro, fanno parte la moglie Elisabetta Rossi Ciampolini e le sorelle Eleonora e Beatrice. Lo stesso gruppo di soci cecinesi under 30 che in questi anni ha dato vita alla società I Touch&Tour specializzata nel veicolare e mettere a sistema le informazioni turistiche.

«Contiamo di partire subito con una prima tranche di lavori per sistemare le aree esterne del cantiere, compresa la sistemazione delle facciate, con imbiancatura e installazione degli infissi – dice Fulceri –. Un modo per restituire decoro non solo all’edificio, ma al lungomare di Marina, in vista della stagione estiva. Al massimo all’inizio di luglio contiamo di aver concluso. Al piano terra le aperture saranno tamponate con delle grafiche».

La svolta è arrivata con la quattordicesima asta. Dal 20 settembre 2013, data in cui l’immobile viene messo all’incanto per la prima volta, si erano registrati a cascata una serie di insuccessi e flop. Con tentativi di vendita andati quasi sempre deserti. «Appena avremo in mano il decreto di trasferimento dal Tribunale di Firenze siamo in condizione di partire con i lavori – sostiene l’amministratore di SRC –. L’obiettivo è di un’apertura parziale della Rta, i primi tre piani oltre a quello interrato, per la stagione turistica 2019 per riuscire a completare l’opera ed essere a pieno regime da marzo 2020. Per completare la messa in funzione della Rta stimiamo un impegno finanziario di 2,5 milioni di euro». Che aggiunge: «Rispetto al progetto approvato non chiederemo alcuna variante, proprio per comprimere i tempi dei lavori di costruzione. L’intenzione è di fare una gestione diretta della struttura». C’è quindi una data di fine dei lavori per il cantiere incompiuto che dal 2006 si erge incerottato, prima tra palizzate e gabbie metalliche ora come scheletro di cemento armato, davanti al mare, tra largo Cairoli e la terrazza tra i bagni Girasole e l’Armida, come dire il cuore di Marina.

Un complesso di cinque piani con destinazione turistico ricettiva, oltre a quello sotterraneo adibito ad autorimessa, dove i lavori si sono arenati al 70% del progetto. In tutto 36 unità abitative, ovvero 12 camere e 24 appartamenti, ripartite su quattro piani, oltre a locali di servizio e accessori all’attività ricettiva, spazi comuni, un garage interrato e fondi commerciali al piano terra. «Al piano terra realizzeremo il ristorante, che sarà al servizio non solo della struttura, che daremo in gestione – spiega Fulceri –. Inoltre, restano degli spazi commerciali, da tre a quattro in base alle esigenze, in cui contiamo possano insediarsi imprese del territorio». Che aggiunge: «Le opportunità occupazionali che si creeranno sono ancora da quantificare ma è indubbio che vi saranno sia dirette che per i servizi in gestione. Per adesso, ci stiamo concentrando sull’avvio del cantiere. La struttura in cemento armato è ben conservata mentre gli intonaci delle facciate esterne, che in questi anni sono rimasti esposti agli agenti atmosferici, necessitano di una intervento importante».

La svolta incassa i favori dell’amministrazione comunale. «Siamo felici

per questa aggiudicazione a un gruppo di imprenditori radicato sul territorio, che ha intenzione di gestire in proprio la struttura, che è strategica per localizzazione e posti letto di qualità. Dopo un lungo e tribolato iter in mano ai tribunali sembra spuntato il sereno».

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik