Quotidiani locali

SANITÀ, È CALATO IL SILENZIO SULLA RIUNIONE A DONORATICO

Proprio ieri si è celebrata la Giornata mondiale della sanità e per il 2018 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha posto l'attenzione sul tema della “Copertura sanitaria universale: per tutti e...

Proprio ieri si è celebrata la Giornata mondiale della sanità e per il 2018 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha posto l'attenzione sul tema della “Copertura sanitaria universale: per tutti e dovunque”.

Tra file, ticket, depotenziamenti silenti e privatizzazioni varie, questo è un tema purtroppo attualissimo anche da noi.

Ovviamente la nostra nuova super Asl Nord Ovest e il nostro presidente della Conferenza dei sindaci Samuele Lippi, non hanno speso neanche una parola su questo tema e forse neanche sanno dell’evento. Altrettanto grave il silenzio calato sull’annunciata assemblea pubblica dei 16 comuni coinvolti nella riorganizzazione (da Santa Luce a Piombino. Assemblea indicata per mercoledì prossimo 11 aprile a Donoratico.

L’annuncio a sorpresa fu dato dal sindaco Lippi, presidente della Conferenza dei sindaci, con l’obbiettivo, poco celato, di poter rigettare la richiesta del Coordinamento di aprire ai cittadini l’ultimo consiglio tenuto a Cecina, tanto che fu fatto nella riunione dei capigruppo che doveva organizzare quel consiglio cecinese e nessuno degli altri 16 sindaci del territorio era stato preavvisato.

La raffazzonata richiesta inviata da Lippi a tutti i suoi colleghi chiedeva di convocare i consigli comunali aperti in forma congiunta per 16 comuni ma non teneva conto che persino il consiglio comunale di Cecina non lo consente, che il luogo scelto, la sala Asl di Donoratico, non avrebbe potuto ospitare nemmeno tutti i consiglieri (sarebbe ben oltre oltre 160 consiglieri, più i sindaci e gli assessori), figuriamoci i cittadini, e che il tema avrebbe dovuto essere la rete ospedaliera e non la società della salute.

Una serie di comunicazioni successive correggono prima l’ordine del giorno, poi invitavano i sindaci a venire ugualmente all’incontro anche senza convocare i consigli e infine spostano la sede nel teatro di Donoratico. Poi il silenzio. Nessun accenno alle modalità organizzative. Chi sono i relatori, sarà la Asl a presentare la sua proposta al territorio o sarà un incontro sindaci-territorio? La riunione si terrà in orari non lavorativi per permettere ai cittadini di presenziare e se i cittadini potranno intervenire come promesso, quando e in che forma lo potranno fare?

A tre giorni dall’evento nessuno si è preso la briga di informare, nessuno sa nulla e soprattutto i cittadini non ne sanno nulla. È questo il modo di informare?

Un dato utile per misurare il rispetto portato da chi governa il territorio con annunci su annunci e finalità ben lontane dal buon governo della cosa pubblica. Abbiamo dunque un presidente della Conferenza dei sindaci che fa il sindaco di lotta e di governo, incastrato in un ruolo difficile, isolato e privo di forza, mentre i dirigenti Asl decidono quali servizi sanitari tagliare oggi, quali servizi tagliare domani e come non farlo sapere in anticipo ai cittadini creando narrazioni che non

stanno in piedi come le relazioni inviate settimana scorsa, ma questo è tema per altri interventi. The show must go on, lo spettacolo deve continuare, il pubblico taccia.

Alessandro Lucibello Piani

(Movimenti civici

Bassa Val di Cecina)



TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro