Quotidiani locali

buona volontà

Degrado a Casale Poggetti: oltre 20 volontari al lavoro

Le Giubbe verdi hanno ripulito l’area sulla collina a ridosso del capoluogo Decine di sacchi colmi di vetri ed erbacce: «Patrimonio di tutti, stop atti vandalici»

ROSIGNANO. Pezzi di vetro, residui di bivacchi, rifiuti di plastica e cumuli di erbacce. I volontari delle Giubbe Verdi hanno trovato di tutto nell’area circostante il Casale Poggetti, sulle colline a ridosso di Rosignano Marittimo.

Un edificio restaurato nel 2010 dalla Provincia che sarebbe dovuto diventare luogo di snodo per il turismo verde del Parco dei monti livornesi e che invece è stato abbandonato a se stesso. Neanche dal marzo 2015, quando Provincia e Comune di Rosignano hanno firmato una convenzione che ha portato la gestione dalla prima al secondo, con tanto di spese per la manutenzione. Svariate le segnalazioni di degrado da parte degli amanti della natura che sono soliti passeggiare sulle colline alle spalle del territorio comunale. In primis proprio delle Giubbe Verdi, che considerano il Casale e le colline circostanti un patrimonio verde da preservare non solo per le associazioni naturalistiche alle quali presto sarà affidata la struttura ma per tutti i cittadini che desiderano , nelle scorse settimane hanno chiesto in Comune le autorizzazione necessarie per pulire la zona.

Così ieri mattina alle 9, con zappe, rastrelli e sacchi per l’immondizia, circa venticinque rappresentanti delle Giubbe Verdi si sono dati appuntamento al Casale Poggetti. Hanno tagliato le erbacce e rimosso i residui dei bivacchi dei vandali. «Abbiamo trovato - spiega Augusto Fustella, presidente della Giubbe Verdi - anche i resti di falò, poi pezzi di vetro ovunque». Intorno al Casale, i cui muri perdono pezzi di intonaco, abbiamo tagliato l’erba e tolto rifiuti di vario genere».

Intorno a mezzogiorno una pausa per un panino in compagnia e un momento di relax al sole, e poi seconda fase di pulizia. «Al termine della giornata - spiega Fustella - abbiamo raccolto vari sacchi di rifiuti e di erbacce. Tutti segni dell’incuria dimostrata dalle persone che frequentano la zona e lasciano detriti di ogni tipo. Abbiamo pulito anche l’interno, dove i vandali erano entrati».

All’appuntamento è intervenuta anche l’assessora al turismo Licia Montagnani, che

ha ribadito ai volontari come il Casale diventerà il presidio di tutte le associazioni naturalistiche che operano nella zona, mentre ben presto a Villa Pertusati (raggiungibile più facilmente da Rosignano Marittimo) sarà inaugurata presto la nuova sede del Museo di scienze naturali.

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro