Quotidiani locali

guardistallo 

«Mossa giusta uscire dall’Unione»

Pagamenti puntuali e interventi: il sindaco rivendica la sua scelta

GUARDISTALLO. Il tono allegro di chi alla fine ha avuto ragione non lo nasconde affatto Sandro Ceccarelli, sindaco di Guardistallo. Numeri alla mano infatti il suo ente e quello di Casale Marittimo sono i due più veloci in tutta la Bassa Val di Cecina per quel che riguarda i pagamenti alle aziende. «Guarda caso, gli stessi due Comuni che dovevano andare rovinati dopo l’uscita dall’Unione dei Colli Marittimi Pisani nel 2016», rimarca Ceccarelli con soddisfazione. «Ci hanno chiamati visionari, ma a quanto sembra avevamo ragione – continua – Le aziende vengono pagate con rapidità e altre situazioni sono state finalmente sbloccate».

A dare supporto alle parole del sindaco ci sono i numeri legati alle fatturazioni dei Comuni. Nella classifica pubblicata dal ministero dell’Economia e delle Finanze, secondo cui in zona nessuno è meglio di Casale, che impiega circa sedici giorni per pagare le aziende impegnate con il municipio, ben al di sotto dei trenta giorni fissati su legge (oltrepassati da ben sette Comuni del territorio). Guardistallo non ha i dati aggiornati per entrare nella classifica (basata sulla fatturazione elettronica), ma nei dati reali, quelli dell’indice di tempestività, si legge che l’ente paga i privati nel giro di diciassette giorni. «Risultati impossibili quando eravamo nell’Unione a causa di burocrazia e cavilli incredibili – riprende Ceccarelli – parlare di “carrozzone” sembra una blasfemia istituzionale, ma da quando siamo usciti la differenza è netta:

abbiamo approvato finalmente la variante agricola, che permetterà di sbloccare l’edilizia; abbiamo rifatto l’illuminazione, messo in cantiere investimenti per 200mila euro e siamo passati con la raccolta differenziata dal 14 al 34 per cento». (al.f.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro