Quotidiani locali

il dramma

Muore una bimba di dieci giorni

Si tratta di un decesso naturale, forse un’infezione. Disposta l’autopsia

ROSIGNANO. Il tempo di stringere fra le braccia quel fagottino rosa, il tempo di assaporare l’amore per la nascita dell’adorata figlia primogenita, un amore assoluto e totalizzante per i due giovani genitori, piombati dalla gioia allo strazio per la morte repentina della bambina in appena dieci giorni. 13-23 marzo. Una tragedia che ha colpito una famiglia di Rosignano: poco più di 30 anni la madre, 37 il padre.

La piccola era nata il 13 marzo all’ospedale di Cecina, con parto naturale. Tutto era andato alla perfezione: mamma e bambina stavano bene. Il 16 sono state dimesse, due giorni di degenza come da protocollo per i parti naturali. Papà e mamma sono tornati a casa felici, al settimo cielo per l’evento più naturale e straordinario del mondo: la nascita di un figlio. Le foto dei suoi piedini su facebook, gli auguri degli amici, le canzoni. Il grande fiocco di tulle che festeggia il lieto evento.

La bimba aveva qualche difficoltà ad attaccarsi al seno ma è un fatto abbastanza frequente nei primi giorni. Al controllo di prassi in ospedale, il giorno dopo le dimissioni, non sono stati riscontrati problemi. Ma la situazione è precipitata velocemente: la bambina puppava poco, non piangeva e dormiva molto. Lunedì 19 i genitori sono tornati all’ospedale di Cecina, dove la bimba è stata visitata dal primario e inviata d’urgenza al reparto di neonatologia di Pisa, dove è stata ricoverata e sottoposta a terapia intensiva. Le cure che le sono state somministrate, in contatto diretto con l’ospedale pediatrico Meyer di Firenze, purtroppo non hanno avuto l’effetto sperato. Il 23 pomeriggio la bambina è morta.

Un decesso naturale. Tante e tutte da verificare le ipotesi sulla causa scatenante: da un problema congenito sconosciuto a una forma virale, fino a un’infezione, che hanno prevalso su un esserino così piccolo. Tra le possibilità anche quella di un herpes che può avere compromesso gli organi interni. Per chiarire meglio le cause della morte l’Azienda ospedaliera pisana ha disposto l’autopsia, che verrà eseguita dai medici del reparto come prassi nei casi di decesso naturale di neonati al di sotto dell’anno di età. Fino a quando non saranno resi noti i risultati dell’esame autoptico non sarà possibile stabilire con certezza la causa che ha provocato la morte.

Per i genitori un dolore immenso. E quelle due date scolpite a fuoco: 13, 23 marzo. “Here without you”: sono qui senza di te, è la canzone del gruppo rock “3 Doors Down” che ha postato il babbo su Facebook dopo la morte della bambina per dire addio al suo angelo.

Un dolore troppo grande, ma anche un amore senza tempo che resterà per sempre. Alle pagine social, che avevano

trasmesso la gioia della gravidanza fino alla nascita, il babbo ha affidato anche il suo dolore. Una reazione composta e ferma, che ha commosso amici e conoscenti: molti hanno manifestato la loro vicinanza ai genitori e alla famiglia della piccola.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro