Quotidiani locali

verde

Giù altre 20 piante nella pineta Marradi

Si tratta dei pini pericolanti attorno al Minigolf, al Tennis e al cinema all’aperto. Dal 2015 gli abbattimenti sono stati 90

CASTIGLIONCELLO. Procede il taglio dei pini all’interno della pineta Marradi di Castiglioncello. Dalla prossima settimana le motoseghe saranno a lavoro all’interno dell’area del Minigolf dove saranno abbattute dalle quattordici alle quindici piante. Altri tre pini verranno buttati giù nella zona adiacente al cinema all’aperto ed altri due accanto al campo sportivo lato spogliatoio. In tutto i pini da abbattere saranno una ventina.

Venti alberi che si andranno ad aggiungere ai cinquanta già abbattuti nel gennaio 2017 compresi i pini lungo la via Aurelia tutti sostituiti con lecci. I quattordici o quindici pini che si trovano all’interno dell’area del Minigolf, complesso turistico la cui gestione è stata messa a gara dal Comune poche settimane fa, sono tutti a rischio cedimento. «Anche gli altri cinque pini– continua Nocchi – verranno buttati giù per motivi di sicurezza». Per quanto riguarda le ripiantumazioni stavolta i cittadini dovranno attendere un po’ di più rispetto alle esperienze passate: «Per la zona del Minigolf – prosegue Piero Nocchi – abbiamo intenzione di ripiantare dai 9 ai 10 pini. Attenderemo il progetto di riqualificazione della struttura, così come prevede il bando di gara, in modo da collocare i nuovi pini in modo razionale, rispetto alle soluzioni di riqualificazione dell’area che verranno presentate». Al momento «non sono invece previste sostituzioni per quanto riguarda i pini che verranno tagliati al campo sportivo». Nell’area adiacente al cinema all’aperto, dove le motoseghe butteranno giù tre pini, «probabilmente ne verrà collocato uno nuovo. I pini, infatti, per crescere – dice Nocchi – hanno bisogno di luce».

In poco più di un anno nella pineta Marradi di Castiglioncello verranno dunque tagliati settanta pini. Cinquanta di questi sono caduti sotto l’azione delle motoseghe nel 2017, altri venti verranno tagliati nella prossima settimana. Ai settanta si devono però aggiungere altri venti pini abbattuti nel 2015, sempre per motivi di sicurezza, per un totale di novanta alberi. Novanta alberi abbattuti a fronte di tredici lecci ripiantati lungo la via Aurelia e una decina nuovi pini ricollocati in parte nella zona del Tennis e in parte in altre aree della pineta.

Il taglio e le potature degli alberi è arrivato in seguito a uno studio effettuato dal dipartimento di Scienze agrarie dell’Università di Pisa. Uno studio, presentato nel 2016 a villa Celestina che ha evidenziato la necessità di abbattere oltre trecento piante tra pini e lecci presenti in pineta Marradi, sia per problemi legati alla sicurezza sia per lo stato di salute delle piante. Uno studio, come dissero i tecnici durante l’assemblea pubblica, teso a rigenerare la pineta. Altre ottantasette piante, invece, hanno urgente bisogno di cure. Dopo il taglio dei pini effettuato l’anno scorso furono molti i cittadini che protestarono ricordando il valore storico, ambientale, turistico e paesaggistico della pineta Marradi.

«Stiamo cercando di tagliare il meno possibile – cerca di rassicurare Nocchi – se dovessimo agire come indica lo studio dei tecnici dell’Università di Pisa, gli abbattimenti sarebbero molto più numerosi». L’intenzione dunque è quella di trovare una mediazione tra le esigenze delle piante prese in esame e il loro valore storico e culturale sul territorio di Castiglioncello. «Abbiamo eseguito sopralluoghi per scegliere attentamente le piante, già segnate dai tecnici - riprende in questo senso Nocchi - Si tratta di pini da abbattere assolutamente perché possono creare

problemi di sicurezza pubblica. I tagli, infatti, stanno procedendo nei luoghi dove si prevede una maggiore concentrazione di persone come appunto il Minigolf, il Tennis o il cinema. Per altre situazioni, abbiamo già provveduto con le potature».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro