Quotidiani locali

rosignano marittimo 

Rubate le statue decorative all’albero di Natale ecologico

ROSIGNANO. Da capire se si sia trattato di un furto o di un atto di vandalismo. Fatto sta che la mattina di mercoledì 3 gennaio alcuni residenti di Rosignano Marittimo si sono resi conto che al...

ROSIGNANO. Da capire se si sia trattato di un furto o di un atto di vandalismo. Fatto sta che la mattina di mercoledì 3 gennaio alcuni residenti di Rosignano Marittimo si sono resi conto che al grande albero di Natale sistemato in mezzo a piazza Carducci mancavano alcuni pezzi. I ladri avevano infatti portato via la statua di un pinguino e quella di una foca.

L’installazione, lo ricordiamo, è il frutto del lungo lavoro di un gruppo di 16 persone del capoluogo (principalmente donne), che ormai da tre anni hanno deciso di abbellire il capoluogo con un albero di Natale che possa dare anche un messaggio alla popolazione. E se lo scorso anno il gruppo aveva scelto il tema della violenza contro le donne, realizzando un albero con rose rosse e bianche, quest’anno è stato scelto il tema della salvaguardia dell’ambiente. Così in piazza Carducci è stato sistemato un grande albero contro il disgelo dei ghiacciai, perché l’intento del gruppo di residenti è stato quello di far riflettere sull’importanza del rispetto della natura. In cima all’albero c’era un grande orso bianco e alla base erano state sistemate sagome di pinguini e foche. Come a chiedere rispetto per i ghiacciai. «Nella notte di martedì - spiega Elena Nocchi, presidentessa della Pro Loco di Rosignano Marittimo - sono state rubate
due di queste statue. Ora l’albero è disadorno, ma il problema non è tanto quello, quanto il gesto contro un’opera che unisce tutto il paese, a cui lavorano tanti abitanti, e che vuole rappresentare un’occasione di riflessione». Il furto ha scatenato svariate reazioni anche sui social.

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro