Quotidiani locali

In moto sotto un camion, morti due ragazzi - Video

Rosignano: i due ragazzi, un 23enne e una 16enne, erano in sella alla due ruote quando hanno sbandato, finendo sotto un camion

Video. La ricostruzione della tragedia

Moto contro un Tir, morti due giovani. La ricostruzione dell'incidente Marco e Francesca erano a bordo di una moto, quando si sono scontrati contro un Tir. L'incidente nella zona della discarica di Scapigliato, sulla via che dalla 206 porta a Orciano Pisano (foto Falorni / Silvi) - L'ARTICOLO

ROSIGNANO. La moto su cui viaggiavano è sbandata ed è finita contro un tir che stava transitando sulla corsia opposta. Tragedia sulla strada che collega la via Emilia (Sp 206) con Orciano. Due giovani, Marco Dolfi, 23 anni residente a Lastra a Signa, e Francesca Bernardoni, sedicenne di Cecina, erano a bordo di una moto, una Yamaha R6.

I due ragazzi stavano viaggiando in direzione del mare, verso la via Emilia. Non erano ancora le 17. Poco più di un chilometro prima dell’incrocio con la 206, la motocicletta è sbandata e ha invaso la corsia opposta dove in quel momento stava transitando un tir. Resta da chiarire se si sia trattato di una manovra sbagliata, o se invece il manto stradale fosse scivoloso.



L’impatto, frontale, è stato violentissimo. La due ruote è finita contro la motrice del camion, e i due ragazzi sono stati sbalzati, finendo a terra a svariati metri di distanza. La dinamica dell’incidente deve essere ancora accertata dai carabinieri che seguono il caso.

Gli automobilisti di passaggio hanno contattato la centrale del 118, spiegando la gravità della situazione. Sul posto sono arrivate prima le ambulanze della Misericordia di Orciano e della Misericordia di Gabbro. I volontari, sebbene le condizioni dei due fossero apparse disperate fin da subito, hanno avviato le manovre di rianimazione. I soccorritori hanno immediatamente allertato l’elicottero Pegaso, che avrebbe dovuto portare i due amici in ospedale in tempi brevi.

Nel frattempo sulla via per Orciano è arrivata anche un’ambulanza delle Pubblica assistenza di Rosignano, con medico a bordo. Il personale sanitario ha tentato il tutto per tutto, portando avanti a lungo le manovre di rianimazione. Le ferite ed i traumi agli organi interni riportati dai due ragazzi erano davvero troppo gravi. Salvarli è stato impossibile. Durante i soccorsi sulla via Orcianese sono arrivati anche i carabinieri della stazione di Rosignano Marittimo, che si sono occupati di effettuare i rilievi dello scontro.

Il camion, la cui motrice è andata quasi distrutta, è rimasto sulla corsia sulla quale viaggiava. Al centro della carreggiata, in frantumi, la motocicletta che trasportava Francesca e Marco. Pezzi di plastica e lamiere erano sparpagliati ovunque.

Il traffico lungo la via per Orciano è rimasto bloccato alcune ore per permettere prima lo svolgimento dei soccorsi e poi i rilievi dell’incidente, portati avanti dai carabinieri. Del tragico scontro avvenuto in prossimità dell’Emilia è stata informata anche la Procura della Repubblica di Livorno e del caso si occupa il sostituto procuratore di turno, Giuseppe Rizzo. I corpi dei due ragazzi sono stati prelevati e trasferiti alla camera mortuaria di Livorno, a disposizione della magistratura, che oggi potrebbe richiedere l’esame esterno o anche l’autopsia.

Intanto, terminati i rilievi tecnici, prima di riattivare la circolazione lungo la via Orcianese sono stati fatti intervenire gli addetti per la pulizia dell’asfalto. Troppo pericoloso, infatti, far percorrere una carreggiata che era colma di detriti di plastica e vetro legati al tragico schianto. Intorno alle 20 di martedì 5, dopo la manutenzione delle due corsie, la viabilità è ripartita regolarmente.

Quel che resta dei mezzi coinvolti...
Quel che resta dei mezzi coinvolti nello schianto (foto Michele Falorni)

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista