Quotidiani locali

Accendono la stufa usando l’alcol e restano ustionate

Madre e figlia hanno rischiato che l’impianto scoppiasse: la più giovane portata a Cisanello con il Pegaso

CASTELLINA. Hanno tentato di accendere la stufa utilizzando alcol, e sono rimaste ustionate alle mani e al volto. Così madre e figlia sono finite in ospedale.

È successo ieri pomeriggio in un appartamento nella zona delle Badie, sul territorio comunale di Castellina Marittima. Erano da poco passate le 16.30 quando la Pubblica assistenza di Rosignano è stata inviata nella frazione lungo la via Emilia (strada provinciale 206) per soccorrere due persone ustionate.

Madre e figlia, rispettivamente di 75 e 39 anni, si trovavano all’interno della loro abitazione quando, chiaramente per proteggersi dal freddo pungente che negli ultimi giorni si sta abbattendo sul territorio, hanno deciso di accendere una stufa a gas presente nel loro appartamento.

Le due, forse poco pratiche del funzionamento di questo tipo di impianto, per avviare la combustione della stufa hanno usato dell’alcol. Dalla stufa si è liberata una fiamma che ha investito le due donne che si trovavano molto vicine e si sono bruciate.

Per fortuna nessuna delle due è rimasta ustionata in modo grave, e sono riuscite ad allertare la centrale del 118 di Livorno. Poco dopo alle Badie è arrivata un’ambulanza della Pubblica assistenza con medico a bordo. I soccorritori hanno esaminato le condizioni delle due donne, che inizialmente sembravano preoccupanti. Dopo le verifiche, in ambedue i casi sono state rilevate ustioni di primo grado, quindi non allarmanti.

Fatto sta che la 75enne è stata portata in ambulanza al pronto soccorso di Cecina. La situazione della figlia, invece, sebbene non preoccupante è stata valutata più difficile, dato che la 39enne mostrava ustioni su una superficie più ampia del corpo (viso, mani e collo). Così
il personale della Pubblica assistenza di Rosignano ha richiesto l’intervento dell’elicottero Pegaso, che è atterrato lungo la via Emilia ed ha caricato la donna, trasferendola all’ospedale di Cisanello, dove è presente lo specifico centro per gli ustionati.

Anna Cecchini

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista