Quotidiani locali

Agenti in borghese per multare chi guida con il cellulare

Rosignano, via alla campagna della polizia municipale. Il codice della strada prevede multe salate e decurtazione di punti sulla patente

ROSIGNANO. Per tutto il mese di ottobre torna la campagna di prevenzione “Io guido e non telefono” promossa dalla polizia municipale di Rosignano. Già realizzata a primavera con buoni risultati, prevede controlli per prevenire incidenti causati dalla distrazione dei conducenti impegnati in conversazioni telefoniche e viene  svolta dal servizio operativo viabilità e pronto intervento della polizia municipale. Per tutto il mese gli agenti e personale in borghese, con auto non qualificate, effettuano posti di controllo in maniera capillare sulle strade del territorio comunale per verificare l’uso dei cellulari da parte dei conducenti.

Questa infatti è diventata un’abitudine molto frequente: le statistiche (Istat) riportano che oltre il 50% degli automobilisti usa il cellulare mentre guida, non solo per telefonare, ma anche per inviare messaggi o e-mail, quindi distogliendo lo sguardo dalla strada, col rischio di causare incidenti.

Il Codice della strada in questi casi  prevede una sanzione amministrativa di 161 euro, oltre alla decurtazione di 5 punti sulla patente (art. 173 c. 2 e 3bis). Per chi incorre nella stessa violazione nell'arco di due anni è prevista la sospensione della patente da uno a tre mesi

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista