Quotidiani locali

Lotta all’abusivismo, sequestri e multe ai venditori ambulanti

Cecina, sequestri record e multe per abusivismo commerciale e vendita di prodotti con marchi contraffatti

CECINA. Sequestri record e multe per abusivismo commerciale e vendita di prodotti con marchi contraffatti. Continuano anche in questo finale della stagione estiva i servizi interforze sul lungomare e lungo le spiagge, che hanno portato a sequestrare 1.069 oggetti fra abiti, tali mare, borse e occhiali da sole. Identificate anche 19 persone e multati per un totale di 10mila euro due ambulanti per vendita itinerante senza alcuna autorizzazione.

Due i blitz organizzati, a seguito di svariate segnalazioni di cittadini e operatori commerciali, nell’ultimo periodo e predisposti, su disposizione della Questura di Livorno, con il coordinamento del commissariato di Cecina che ha operato con la locale compagnia carabinieri con personale delle stazioni di Cecina e Bibbona, la tenenza della Guardia di finanza di Cecina, il comando stazione carabinieri-forestale di Cecina, le polizie municipali di Cecina e Bibbona, l’ufficio locale marittimo di Cecina.

Il primo servizio, il 28 agosto, ha interessato Marina di Cecina, zona viale della Vittoria. Mentre il 6 settembre è stata la volta di Marina di Bibbona, tra i Bagni Venere e i Bagni la Pinetina. Ambedue i blitz hanno permesso di sequestrare un notevole quantitativo sia di oggetti messi in vendita senza le necessarie autorizzazioni di oggetti con marchi contraffatti e in particolare. Nel dettaglio, l’operazione organizzata a Marina di Cecina, lungo il viale della Vittoria, si è conclusa con un sequestro penale di 97 di oggetti con il marchio contraffatto (borse, felpe e piumini da uomo, con marchi falsificati di Prada, Napapijri, Armani, Chanel e Michael Kors). Le forze dell’ordine hanno inoltre sequestrato altri 142 oggetti che venivano messi in vendita senza autorizzazione. Durante il blitz è stato multato ( 5.000 euro) un extracomunitario per vendita itinerante senza alcuna autorizzazione su aree pubbliche. Nel corso dell’operazione le forze dell’ordine hanno identificato 11 persone.

Maxi-operazione anti-abusivismo anche a Marina di Bibbona, il 6 settembre. Anche in questo caso è stato effettuato il sequestri amministrativo di capi d’abbigliamento e accessori, messi in vendita su aree pubbliche senza autorizzazione (57 teli mare, 32 capi di abbigliamento). L’operazione ha portato al sequestro di svariata merce abbandonata dai venditori: 182 costumi, 64 borse, 412 capi di abbigliamento, 18 teli mare, 10 cappelli di paglia, 34 accessori mare, 18 ombrelli e 3 paia di occhiali. Anche sul lungomare di Marina di Bibbona è stato multato (per 5.000 euro) a un cittadino extracomunitario per vendita itinerante senza alcuna autorizzazione su aree pubbliche, e sono state identificate otto persone extracomunitarie, risultate tutte in regola con le normative per gli stranieri. Un precedente blitz era stato
organizzato il 31 agosto a Marina di Castagneto.

«Il notevole impegno interforze profuso durante questa stagione estiva - si legge in una nota della Questura - ha permesso di contrastare in maniera efficace il fenomeno, che ha subito un notevole ridimensionamento».



TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista