Quotidiani locali

Ammoniaca in mare alle Spiagge bianche, aperta un’inchiesta

Il procuratore capo conferma. Solvay risponde al Comune: «Collaboreremo con tutti gli enti». Ma l’incidente non è chiarito

ROSIGNANO. La voce circolava da diverse ore. Ma senza nessun riscontro ufficiale. Fintanto che il procuratore capo di Livorno Ettore Squillace Greco, ha confermato l’apertura di un’inchiesta da parte della Procura della Repubblica sullo sversamento in mare di ammoniaca e sull’incidente in Solvay del 28 agosto .

LA PROCURA INDAGA

«E’ stata aperta un’indagine – ci ha detto Squillace Greco – sulla base di quanto segnalato da Arpat. Le ipotesi di reato? Stiamo valutando, non posso dire altro». Dunque, saranno importanti gli ulteriori accertamenti che l’Agenzia Regionale per l’Ambiente sta eseguendo: dal momento dell’intervento, la mattina di martedì 29 presso i distillatori della sodiera, con i relativi campionamenti delle acque, all’ultimo sopralluogo di venerdì scorso in fabbrica e le analisi “in progress” dei livelli di azoto ammoniacale in mare. L’ultima, per la cronaca, lunedì scorso. Analisi che fino ad oggi attestano la presenza della sostanza nei pressi della foce del Fosso Bianco, dove ci sono gli scarichi della Solvay. Con una concentrazione elevata, almeno nell’ultimo dato del 31 agosto, soprattutto a 100 e 200 metri a nord del fosso stesso. Livelli che Arpat spiega con il cambiamento della direzione dei venti da sud-ovest.

leggi anche:

LA RISPOSTA DI SOLVAY SULL'INCIDENTE

Nella giornata di martedì, intanto, è arrivata anche la risposta scritta della direzione dello stabilimento chimico all’amministrazione comunale sull’incidente di lunedì pomeriggio alle 15.50. Come si ricorderà sabato mattina il sindaco Franchi e l’assessore all’Ambiente Donati avevano chiesto a Solvay spiegazioni chiare su cosa successo e perché in fabbrica. Della risposta dell’azienda ne ha dato notizia l’ufficio stampa di palazzo civico con una nota, per la verità, molto stringata di cui riportiamo il contenuto: “Dopo la richiesta di spiegazioni da parte del Comune di Rosignano in merito allo sversamento di ammoniaca in mare rilevato lo scorso 29 agosto, la Società Solvay ha inviato all’amministrazione una lettera il 4 settembre (pervenuta formalmente il 5 settembre) in cui anticipa alcune precisazioni sull’accaduto e conferma la propria disponibilità a collaborare con le autorità e a informare l’amministrazione. La società chimica riferisce che sta collaborando con il Gruppo ispettivo di Arpat per produrre una relazione tecnica sull’accaduto entro il 15 settembre, e che invierà parallelamente una relazione in merito anche all’ente, rispondendo in dettaglio alle richieste. L’amministrazione valuterà tutte le informazioni fornite da Solvay con gli organi competenti in relazione alle eventuali misure da prendere per la propria competenza”.

leggi anche:

IL COMUNE SPIEGA COSA È SUCCESSO

Sulla natura dell’incidente restano molti punti interrogativi che né Solvay né l’ente di controllo (Arpat) al momento sciolgono. L’assessore Daniele Donati, in merito alla risposta dell’azienda, dice: «E’ stato spiegato che c’è stato un problema nella fase di riavvio dell’impianto (la sodiera) e che in conseguenza di ciò è stata emessa ammoniaca che è stata raccolta in una vasca di diserzione». Nessuno, però spiega, se e come l’ammoniaca è finita in mare, dal momento che le analisi hanno accertato presenze anomale di azoto ammoniacale. «Aspettiamo la relazione tecnica che Solvay dovrà predisporre. Ma è chiaro – dice Donati – che se emergeranno elementi che segnalano problemi negli impianti si dovranno prendere in considerazione alcune misure». Quali non lo dice. Ma era già stato anticipato, sabato scorso, una possibile azione del Comune al Ministero dell’Ambiente per rendere ancora più stringenti i parametri dell’Aia (autorizzazione Ambientale Integrata) concessa allo stabilimento chimico.

VIDEO. Dal nostro archivio

Caraibi chimici? La gente si tuffa lo stesso Spiagge bianche affollate: turisti e residenti continuano a frequentarlel. Sembra siano poco interessati alla vicenda dei fanghi che Solvay scarica in mare (video Daniele Meucci)


 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie