Quotidiani locali

Le mance dei colleghi per il babbo morto sul bus davanti ai figli

San Vincenzo: l’uomo morto sul bus davanti ai figli mentre la donna partoriva, faceva da anni il pizzaiolo al Park Albatros 

SAN VINCENZO. Tornerà nella sua terra d’origine Hussein Abdelmoneim, l’egiziano di 43 anni morto a Cecina a seguito del malore che lo ha colpito sull’autobus che da San Vincenzo lo stava portando a Cecina dalla moglie, ricoverata in ospedale per la nascita del lor terzo figlio. L’uomo è deceduto nel trasporto dal capolinea di piazza della Libertà al pronto soccorso dopo le manovre sul posto dei sanitari per rianimarlo.

Ìl signor Hussein da anni lavorava come pizzaiolo stagionale presso il Camping village Park Albatros a San Vincenzo. Un volto sorridente e cordiale. È così che lo ricordano i colleghi e perfino chi in passato è stato ospite nel villaggio ed ha avuto modo di conoscerlo. Lo sottolineano i colleghi come a dire che Hussein era parte dei ricordi di chi aveva trascorso la vacanza in quel villaggio.

«Faremo in modo di stare vicini alla moglie di Hussein in modo che non abbia problemi – dice Stefano Lampati, direttore del Camping village Park Albatros –. Il fratello che lavora con noi e la vedova hanno espresso il desiderio di rimpatriare la salma in Egitto. Ma credo che dovrà passare un po’di tempo per consentire all’ultimo nato di poter essere imbarcato in aereo».

leggi anche:



Neppure un abbraccio. Il primo. La spirale di morte ha strappato il signor Hussein da quel figlio che nasce mentre lui chiude gli occhi, per sempre. La moglie è ricoverata in ospedale per il parto cesareo. Lui il pomeriggio del 28 agosto è in viaggio con gli altri due bambini di 7 e 8 anni. Al capolinea in piazza della Libertà l’autista della Tiemme si accorge che l’uomo si è accasciato sul sedile. I figli dell’uomo non si allontanano dal padre. Piangono a dirotto. Ed è quel pianto a far scoprire all’autista del bus che qualcosa non va. Al capolinea mentre il resto dei passeggeri scendono i bambini restano a bordo. L’uomo gli va incontro, sono nei posti in fondo. Quando scorge il signor Hussein che si è accasciato sul sedile.

La signora Abdelmoneim tornerà in Egitto con i tre figli piccoli. Lì potrà contare sul sostegno di una rete familiare che potrà aiutarla a far crescere i piccoli. La donna potrebbe essere dimessa dall’ospedale nella giornata di oggi 31 agosto insieme ai tre bambini che in questi giorni le sono rimasti al fianco. I grandi sono stati sistemati in una camera libera del reparto di pediatria che è attiguo alla maternità.

Sul cadavere dell’uomo la direzione sanitaria dell’Asl Toscana Nordovest ha disposto alcuni accertamenti di rito dovuti alle circostanze del decesso e alla giovane età del defunto. Esami che sarebbero stati completati nel pomeriggio del 30 agosto per cui la salma dovrebbe essere messa a disposizione dei familiari da oggi.

Numerosi i messaggi di cordoglio arrivati ai familiari, tra cui l’abbraccio dei tanti colleghi di Hussein. E per dare concretezza alla loro vicinanza e partecipazione al dolore hanno deciso di devolvere alla famiglia l’intero importo delle mance lasciate dai clienti del villaggio, dall’inizio della stagione.
 

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista