Quotidiani locali

Una discarica abusiva sul terreno del Comune

Castagneto Carducci, operazione dei carabinieri forestali su un’area a Donoratico Denunciato un uomo che senza permessi si occupava della raccolta e stoccaggio

CASTAGNETO CARDUCCI. Lo spazio è defilato. Nascosto alla vista dei più. E per lungo tempo la scelta gli ha consentito di trasformarlo in una zona di stoccaggio. Gli oggetti si sono accumulati e il tutto ha preso le dimensioni di una discarica abusiva. Materiale ferroso, carcasse di biciclette, elettrodomestici, tubi in plastica, teli, ombrelloni, stufe, pneumatici, bidoni, motori. C’è un po’di tutto nell’area messa sotto sequestro dai carabinieri forestali di Cecina. Mentre un uomo residente a Castagneto Carducci, di nazionalità marocchina, viene sorpreso sul posto, identificato e denunciato per esercizio dell’attività di raccolta e trasporto per conto terzi di rifiuti in assenza della necessaria iscrizione all’Albo nazionale dei gestori ambientali.

Il sequestro è scattato dopo i sopralluoghi, sulla scorta di alcune segnalazioni arrivate ai carabinieri forestali. Evidentemente la scelta dell’area per lo stoccaggio temporaneo dei rifiuti per quanto defilata rispetto all’abitato di Donoratico ha comunque finito per destare curiosità, dato il via vai per i carico e lo scarico dei rifiuti.

L’operazione s’inquadra nell’ambito dei controlli sulla raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, attività che nella provincia di Livorno assume caratteri di rilievo. La pattuglia della stazione dei carabinieri forestali di Cecina oltre ad aver individuato il sito, in un’area di proprietà del Comune di Castagneto Carducci, dove erano stati accumulati rifiuti di vario tipo, anche classificati come pericolosi dalla normativa vigente, è riuscita a identificare l’uomo a cui fa capo l’attività.

Batterie esauste, frigoriferi, pneumatici, biciclette, pezzi di motore, plastiche, bidoni si trovano accumulati alla rinfusa sul terreno. I carabinieri forestali pongono l’accento sulla necessità di controlli mirati, nella filiera dei rifiuti, per contrastare forme di illegalità e di potenziale rischio di inquinamento ambientale.

L’area è posta sotto sequestro e l’uomo denunciato. Considerata la notevole mole e la diversa tipologia dei rifiuti accumulati, una volta definito l’iter giudiziario,

sarà necessaria una bonifica accurata dell’intera area. In realtà si tratta di rimuovere e smaltire in modo adeguato quanto stoccato poiché non sono stati riscontrate situazioni che mettono a rischio inquinamento il terreno o la falda. (m.m.)


 

TrovaRistorante

a Cecina Rosignano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista